Data Retention in salsa europea

NetworkProvider e servizi Internet

La conservazione dei dati di traffico dei cittadini europei potrebbe allungarsi a un anno e prevedere un rimborso ai provider

Anche Bruxelles adotterà la conservazione dei dati in chiave antiterrorismo, come aveva chiesto la Gran Bretagna in seguito agli attentati di Londra dello scorso luglio. Il data retention propostro dalla Commissione europea, meno severo del pacchetto Pisanu, prevede la conservazione dei log Internet fino a sei mesi e dei dati telefonici per un anno. Un rimborso a operatori e provider, che servirà a compensare i costi della conservazione, verrà studiato a breve. La direttiva della Commissione dovrà però essere approvata dal Consiglio e dall’Europarlamento. In contrasto, tuttavia, il Consiglio dei ministri europei sta ipotizzando una direttiva ben più rigida, con data retention fino a quattro anni e priva di ogni ipotesi di rimborso. Chi la spunterà tra Consiglio dei ministri europei e Commissione europea, è ora difficile a dirsi: sarà l’iter della direttiva stabilire come sarà la conservazione dei dati nella Ue.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore