31 marzo 2010

La Cina stringe le maglie della censura in Internet

Google non è Internet e il braccio di ferro cinese sulla censura online è lì a dimostrarlo: anche senza Google China la vita online dei 384 milioni di utenti cinesi corre sul Web dinamica e vivace. Tuttavia, nel momento in cui anche Yahoo! segnala violazioni e cyber-intrusioni ai danni degli account di posta di otto giornalisti stranieri, si capisce meglio la portata della tensione fra Usa e Cina. Dopo il semi-addio di Google (mentre i servizi mobili vanno a singhiozzo), hanno fatto le valigie GoDaddy e Network Solutions, mentre Microsoft non ci pensa proprio ad andarsene. La censura online è una contraddizione forte nella Cina dei miracoli economici e del G2. Ma Forrester Research ci ricorda che 2,2 miliardi di utenti online sbarcheranno sul Web entro quattro anni: il 43% sarà asiatico

La hit parade musicale sbarca su Facebook

Da oggi Fimi regala a tutti gli utenti di Facebook la classifica dei dischi più venduti e dei brani più scaricati sul proprio profilo. Prossima tappa la music charts per iPhone