28 giugno 2010

Un tavolo per le Reti Ngn

Il viceministro Paolo Romani, dopo mesi di silenzi e senza aver ottenuto lo sblocco degli 800 milioni in stand-by per la banda larga, ha invitato i protagonisti delle Tlc a un Tavolo per discutere di reti Next Generation Network (Ngn). Al Tavolo sono seduti Telecom, Vodafone, Fastweb, Wind, Tiscali, e anche 3 Italia e BT (ma è polemica per l’esclusione della joint venture delle medie imprese attive nelle Tlc). Su una cosa tutti sembrano d’accordo: le reti Ngn sono una priorità in vista dell’Agenda Digitale Ue. Il nodo da risolvere è il business plan. Cosa è emerso dal primo incontro? Niente switch-off; la rete di nuova generazione deve essere unica; l’infrastruttura deve confluire in una NewCo; potrebbe esserci una cabina di regia per integrare i progetti regionali. Cosa non va ancora?  Bisogna capire come dividere le partecipazioni a questa nuova entità tra gli aderenti (Stato compreso); come ricompensare Telecom per la separazione dalla rete. Prossimo appuntamento: 15 luglio

Samsung Epic 4G è WiMax

Dotato di chip Cortex A8 e sistema operativo Android, il nuovo Samsung Epic ha uno schermo Super Amoled da 4 pollici. Supporta Flash 10.1