Dati medici diventano ostaggio di pirati informatici

CyberwarSicurezza

Sono stati chiesti 10 milioni di dollari di riscatto per riportare online i dati del Virginia Prescription Monitoring Program. L’Fbi si sta occupando del recupero dati, ma la privacy è compromessa

La medicina ha fretta di andare online, ma senza sicurezza, i pericoli sono in agguato. Cracker (hacker con intenti criminali) hanno preso in ostaggio i dati medici del Virginia Prescription Monitoring Program, chiedendo 10 milioni di dollari di riscatto.

“I have your s**t! In *my* possession, right now, are 8,257,378 patient records and a total of 35,548,087 prescriptions,” riporta Wikileaks . Gli hacker, se non riceveranno i soldi chiesti, metteranno all’asta i dati al miglior offerente.

L’Fbi si sta occupando dell’accaduto. Ma la privacy è compromessa: PMP infatti contiene le prescrizioni di medicine e anche i casi di abuso.

SANS Internet Security Centermette il dito nella piaga: rubare dati è un conto, ma perdere i back up è un fatto gravissimo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore