Delibera AgCom in bilico: serve un DDL per legiferare sul copyright

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Non serve la Delibera AgCom, ma un DDL per combattere la vera pirateria depenalizzando il file sharing senza scopo di lucro
0 1 Non ci sono commenti

La Delibera AgCom, osteggiata perfino dal presidente della Camera Laura Boldrini e ormai difesa solo da AIE e Confindustria Cultura Italia, finisce su un binario morto. Serve un disegno di legge (DDL) per riformare il Diritto d’autore e combattere la pirateria digitale vera, depenalizzando la condivisione senza scopo di lucro

L’unico o quasi rimasto a difendere la controversa Delibera AgCom è Marco Polillo, presidente di Confindustria Cultura Italia e dell’Associazione Italiana Editori (AIE), che vorrebbe che il regolamento venisse adottato “entro la fine dell’anno“, per dare “un futuro alla produzione culturale”, prima che vinca il “far west”. Ma a mettere in un angolo le armi della retorica e la prosopopea dell’anti pirateria è stato il senatore del Pd Felice Casson che ha chiesto una depenalizzazione della condivisione senza scopo di lucro e l'”abbattimento delle finestre”.E a rinforzare la posizione di Casson è intervenuta la Presidente della Camera Laura Boldrini: “Sul tema del diritto d’autore on line, auspico che il legislatore, noi parlamentari, sappiamo fare la nostra parte. So quanto animato sia il dibattito, ma spero che in un tempo ragionevole e ravvicinato possa venire dai diversi gruppi politici – alcuni dei quali hanno già presentato proposte – una risposta all’esigenza di aggiornare la normativa tenendo insieme diritti ed interessi”.

Secondo il senatore ed ex magistrato Felice Casson – e secondo la maggior parte dei giuristi esperti di copyright – è inammissibile che l’AgCom indossi il cappello di cyber sceriffo, visto che: innanzitutto, non può legiferare per questioni di metodo, dal momento che per riformare il Diritto d’Autore ci vuole un DDL e non una Delibera AgCom; in secondo luogo va attribuito al Dipartimento di pubblica sicurezza il compito di cercare, individuare e colpire i pirati digitali. Non può essere l’AgCom a diventare lo sceriffo della Rete.

La Delibera AgCom, osteggiata da più parti e ormai difesa solo da AIE e Confindustria Cultura Italia, finisce su un binario morto? Serve un disegno di legge (DDL) per riformare il Diritto d’autore.

Il disegno di legge – atto n. 1147 presentato in Senato lo scorso ottobre – potrebbe neutralizzare l’ennesimo tentativo di riformare il copyright attraverso una Delibera dell’AGCOM, bypassando il Parlamento italiano.

Per rispondere alle legittime richieste di Confindustria Cultura Italia e AIE, serve un DDL, che segua il principio “follow the money“, depenalizzando il file sharing senza scopo di lucro. “Chiediamo una seria, efficace e non invasiva azione di contrasto alla pirateria on line – ha concluso Polillo parlando a margine del dibattito sul diritto d’autore “E Mozart finì in una fossa comune” in corso alla Biblioteca del Senato -. Solo questo può davvero aprire una nuova era nello sviluppo dell’offerta legale di contenuti digitali. Non ci interessa colpire lo scambio di file tra singoli ma i delinquenti veri, quelli che si arricchiscono alle spalle di chi la cultura la produce. Non ammettiamo alcuna forma di censura – contro cui ci siamo sempre battuti -, né vogliamo chiedere a chicchessia di filtrare quello che passa sulla rete. Vogliamo però, allo stesso tempo, che chi ha il potere di fermare i delinquenti che si arricchiscono alle spalle di chi lavora per la cultura lo faccia. È davvero giunto il tempo di farlo. Il fenomeno della pirateria on line operato su larga scala per lo più da siti esteri è diventato davvero insostenibile”. Le richieste di Confindustria Cultura Italia e di AIE sono legittime, ma per tutelare il copyright con un enforcement deve intervenire il Parlamento e non l’Authority.

Non serve la Delibera AgCom, ma un DDL per combattere la vera pirateria depenalizzando il file sharing senza scopo di lucro.

Non serve la Delibera AgCom, ma un DDL per combattere la vera pirateria depenalizzando il file sharing senza scopo di lucro
Non serve la Delibera AgCom, ma un DDL per combattere la vera pirateria depenalizzando il file sharing senza scopo di lucro
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore