Dell Precision M90

LaptopMobility

La workstation grafica portatile secondo Dell

Il nuovo modello di workstation portatile di Dell racchiude in sè tutto il meglio che è possibile avere oggi per eseguire applicazioni grafiche complesse per progettazione assistita. L’ampio schermo Tft da 17?, ma soprattutto l’elevata risoluzione che è in grado di supportare, saranno sicuramente apprezzati dagli operatori Cad/Cam, sempre alla ricerca di spazio sul desktop. Lo schermo Wuxga permette di impostare il desktop a una risoluzione massima di 1.920×1.200 pixel, un’area estremamente elevata solitamente impiegata su schermi con diagonali maggiori. Il processore installato è l’Intel Core Duo T2600, con una frequenza operativa di 2,16 GHz per ciascun core e una cache al secondo livello di 2 Mbyte. Come memoria di sistema si ha a disposizione 1 Gbyte di Ram tipo Ddr2 a 667 MHz, ma è possibile estenderla fino a un massimo di 4 Gbyte. Grande importanza è stata posta alla scelta dell’acceleratore grafico, utilizzando il top di gamma della linea Quadro di nVidia per le piattaforme Mobile. Si tratta del Quadro FX 2500M che dispone di ben 512 Mbyte di memoria dedicata di tipo Ddr3. Oltre all’elevata capacità di memoria, l’interfaccia a 256 bit permette un’elevata larghezza di banda, circa 38,4 Gbyte/s, per una maggiore velocità nel trasferimento dei dati. Per valutare questo acceleratore grafico non abbiamo impiegato i soliti test 3Dmark, ma quelli più specifici e impegnativi per misurare le performance con applicazioni grafiche professionali. Sia con i test CineBench2003 che SpecViewPerf 8.01, gli indici ottenuti sono paragonabili a quelli di una workstation grafica desktop di livello medio/alto. Nel caso della Workstation Precision M90, l’impiego di un processore dual core nella fase di rendering in raytracing, dove è richiesta un’elevata potenza di elaborazione, ha permesso di migliorare le prestazioni quasi del doppio rispetto all’uso di una singola Cpu. Ottimo il comportamento anche dal punto di vista delle normali applicazioni tipiche da office automation. Infatti l’indice rilevato con i test Mobile- Mark2002 è tra i migliori. Nella sezione relativa all’autonomia del notebook, grazie alla batteria a ioni di litio da 8.000 mAh, il risultato di oltre tre ore è sicuramente positivo considerando anche l’impiego di uno schermo Tft da 17?. Il disco fisso Hitachi da 100 Gbyte con interfaccia Serial Ata e il masterizzatore Nec6650A compatibile con gli attuali formati dei supporti, sono il minimo indispensabile per archiviare e salvare il proprio lavoro, mentre sono implementate tutte le tipologie di schede per la comunicazione e lo scambio di dati con la sola esclusione dell’interfaccia Bluetooth che, proprio a voler essere pignoli, è l’unico appunto che si può muovere alla configurazione. Per la protezione dei dati è presente il lettore per SmartCard, che permette il controllo degli accessi. Si tratta dunque di una workstation grafica ideale per il professionista che vuole avere sempre con sè uno strumento all’altezza del proprio lavoro. Il prezzo della configurazione in prova è adeguato alle caratteristiche offerte, in particolare a quelle della scheda grafica e dello schermo Wuxga che giustificano ampiamente la spesa. Le condizioni di garanzia comprendono assistenza on site per i tre anni di copertura. Come opzioni sono previsti sia l’estensione per il quarto anno, sia l’assicurazione contro i danni accidentali.

Votazione: 88

Prestazioni: MOBILE MARK2002 PERFORMANCE: 270 MOBILE MARK2002 BATTERIE (ORE : MINUTI): 3:15

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore