Deloitte: La Rete intrattiene gli italiani più della Tv

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Deloitte: La Rete intrattiene gli italiani più della Tv
1 0 Non ci sono commenti

Secondo Deloitte, la Rete supera la Tv nella classifica delle fonti di intrattenimento

La Rete supera la Tv. Succede nella classifica delle fonti di intrattenimento stilata da Deloitte, secondo la quale Internet intrattiene gli italiani più della Tv. Dallo studio intitolato ‘State of Media Democracy’, giunto all’ottava edizione, e condotto per il secondo anno anche in Italia (Global Research Center di Deloitte), al primo posto, come fonte di intrattenimento per gli italiani, svetta  la Rete (per interessi personali o social) con il 77%, mentre la tv (vista su qualsiasi dispositivo) si piazza al secondo posto col 47%, seguita dalla lettura di libri (34%), dall’ascolto della musica (30%), dalla lettura di quotidiani (25%) e dal cinema (21%).

L’85% del campione intervistato ha uno smartphone, mentre il 77% possiede un Pc portatile. Il tablet è stato adottato dall’58%, ma il 20% in piu’ dell’anno precedente. Il 44% vanta tutti e tre i dispositivi.

Gli ‘onnivori digitali’ hanno registrato un incremento del 13% rispetto allo scorso anno) e non scontano gender gap (46% di donne) e sono transgenerazionali: dagli Over 67 (uno su quattro di essi possiede sia un tablet, sia un laptop sia uno smartphone), fino ai Millenials dai 14 ai 24 anni (52% di appartenenti alla categoria). Ma il 54%, il 12% in più del 2013, è fra la Generazione X, cioè quella dai 31 ai 47 anni, già leader nella classifica nel 2013.

Deloitte: La Rete intrattiene gli italiani più della Tv
Deloitte: La Rete intrattiene gli italiani più della Tv

Dai dati Audiweb di giugno, risulta che 26,9 milioni di italiani dai due anni in su hanno navigato almeno una volta da Pc. In media, si sono connessi 13 milioni di utenti, per 1 ora e 17 minuti a persona nel giorno medio. I cyber naviganti italiani a giugno sono al 57% composti da uomini (7,3 milioni) e al 43% da donne (5,6 milioni). Il 48% si situa tra i 35 e i 54 anni (6,2 milioni), seguito dagli over 55 (il 19% degli utenti online nel giorno medio, 2,5 milioni). A giugno nove milioni di  utenti hanno visualizzato almeno un contenuto video su uno dei siti degli editori iscritti al servizio. Hanno totalizzato 140 milioni di stream views, con una media di 41 minuti e 18 secondi di tempo speso per persona nella fruizione di contenuti video. Nel giorno medio sono 4,7 milioni le stream views, con 1,4 milioni di utenti che hanno trascorso in media circa 9 minuti alla visione dei contenuti video sui siti degli editori iscritti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore