AziendeMercati e Finanza

Deludono gli utili di Amazon

Deludono gli utili di Amazon
0 6 Nessun commento

È il terzo trimestre profittevole dal 2012, ma Wall Street si attendeva di più dal numero uno dell’e-commerce. I conti di Amazon al microscopio

Il titolo di Amazon ha perso più del 15% quando ha riportato la trimestrale. I profitti hanno deluso le aspettative, anche se le entrate nette sono raddoppiate a 482 milioni di dollari, pari a 1 dollaro per azione. È il terzo trimestre profittevole dal 2012, ma Wall Street si attendeva di più dal numero uno dell’e-commerce.

Deludono gli utili di Amazon
Deludono gli utili di Amazon

Amazon invece sta investendo nei servizi di consegna in un giorno (i costi sono aumentati del 33%), inoltre il Ceo Jeff Bezos ha già pronta la prima pubblicità per il Super Bowl.

Il fatturato è salito del 22% a 35.7 miliardi di dollari, ma il dollaro forte è pesato per 1.2 miliardi.

Secondo eMarketer, l’e-commerce passerà dal 7.1% nel 2015 al’attuale 9.8% sul retail USA. Gli abbonati al servizio Prime sono saliti a 54 milioni, secondo Consumer Intelligence Research Partners, in rialzo del 35%. I membri di Prime spendono 1100 dollari di media contro i 600 dollari di chi non è abbonato.

Bene la divisione cloud Amazon Web Services (Aws), in crescita del 69% a 2.4 miliardi di dollari. Rappresenta solo il 7% dei ricavi totali, ma è il business a maggior crescita.

Le spese operative sono salite del 21% a 34.6 miliardi di dollari.

Conosci il business Aws del colosso americano Amazon? Rispondi al nostro Quiz!

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici