Le dieci migliori funzionalità di Windows 10

AziendeManagementSistemi OperativiWorkspace
Windows 10, evento consumer a gennaio
1 2 Non ci sono commenti

Microsoft ha sorpreso tutti svelando Windows 10 invece di Windows 9. Ma la nuova versione di Windows non è solo un numero, ma è in procinto di diventare la maggiore release degli ultimi anni. Windows 10 ha tutte le carte in regola per far dimenticare il flop di Windows 8. Ecco le migliori dieci funzionalità viste sulla Technical Preview di Windows 10. Dal ritorno del Menu Start, di un vero menu Start, ancora più ampio di quello di Windows 7, fino alla possibilità di personalizzare i tile che compaiono nel menu Start sia per dimensione che per tipologia (aggiungendo ed eliminando). Dalle applicazioni di Windows Store che si aprono nell’ambiente a finestre consueto, con tutti i comandi ben accessibili per la loro gestione, anche senza touchscreen, alla possibilità di gestire diversi desktop. Dalla funzionalità Snap al nuovo pulsante Task View.

Addio a XP, finalmente.

Windows XP feature imageDa quando Microsoft ha cessato il supporto a Windows XP, il mercato Pc ha dato segni di resviglio. L’upgrade a un nuovo sistema operativo è partito. Microsoft ha smesso di supportare Xp, e non offre più patch per risolvere le vulnerabilità nell’OS.

Ma nonostante tutto, molte aziende hanno scelto Windows 7 ed altre hanno preferito correre il rischio di far girare Windows XP, pur di bypassare Windows 8.x, il sistema operativo con l’interfaccia utente focalizzato sul touch. L’interfaccia utente di Windows 8 è stata gudicata poco familiare dalle aziende. Al contrario, il design di Windows 10 ha un’interfaccia utente che ricorda Windows 7 e convincerà gli utenti di XP ad effettuare l’upgrade nel 2015.

L’importanza dei feeback: imparare ad ascoltare i clienti

are-you-listeningWindows 8 è il classico esempio di ciò che accade quando un’azienda non ascolta i suoi clienti. I feedback alla beta avevano denunciato che l’interfaccia utente non fosse intuitiva. Microsoft però, spingendo l’acceleratore sul marketing, ha subito una doccia fredda: l’adozione di Windows 8 è stata lenta e gli utenti business hanno preferito il downgrade a Windows 7, o addirittura di far girare Windows XP, un sistema operativo non più supportato e dunque insicuro.

Windows 10 ha reimmaginato l’interfaccia utente riportando quella tradizionale di Windows, preferita a quella di Windows 8. Microsoft ha promesso che continuerà ad ascoltare i suoi clienti nella fase di beta testing: verrà data precedenza si feedback della versione d’anteprima, la technical preview di Windows 10.

Windows 10 punta sulla sicurezza

Security padlock imageMicrosoft ha riformato la strategia di sicurezza nei mesi recenti, a partire dal dipartimento Trustworthy Computing, oltre la strategia DevOps. I servizi di difesa di Microsoft assicurano che la sicurezza è garantita fin dall’avvio. Windows 10 è una delle versioni di OS più sicuri di Microsoft.

Continuità fra i dispositivi.

Microsoft ha ripensato Windows 10 come la piattaforma applicativa convergente per gli sviluppatori, con un unico store di applicazioni che sa proporsi su ogni device in modo differente. L’OS riconosce il tipo di device, dai notebook con Windows 7 fino ai più innovativi tablet, in modo da presentare la migliore interfaccia.

Se avete un laptop senza supporto touch, navigherete in un desktop classico. Ma se accedete da un tablet, con schermo touch screen, Windows 10 agevolerà lo sfioramento del display; ma appena agganciate tastiera e mouse, in un attimo, ritorna la modalità desktop. Windows 10 diventa più user-friendly: un video mostra come.

Il modello di sviluppo unificato

Briefcase full of appsMicrosoft ha parlato da mesi di modello “one Windows” attraverso tutte le piattaforme. Windows 10 sembra andare nel verso giusto, per continuare questa iniziativa.

Una singola piattaforma avrà un’unica interfaccia, che spazia dai dispositivi mobile ai PC, fino ai server data centre.

Microsoft gioca la carta della universal app platform dedicata agli sviluppatori, in modo che il software  possa essere programmato una volta per girare su ogni sistema Windows 10.

Aggiornamento ottimizzato

the app updates screen in the windows store in windows 8Update e upgrade hanno fatto girare la testa ai manager IT. Semplificare gli aggiornamenti è una priorità, a cavallo fra la necessità di una piattaforma stabile e il desiderio di minimizzare la  disruption durante l’update.

Microsoft viene incontro alle esigenze degli utenti e degli amministratori con Windows 10, eliminando il bisogno di re-imaging. Le aziende guadagnano flessibilità: alcuni utenti possono stare al passo degli update veloci, mentre altri riceveranno solo le patch di sicurezza e gli aggiornamenti critici.

Accento sull’enterprise

business-people-disasterrecover-waters0914L’enterprise è uno dei mercati più grandi per i vendor di software o hardware. Anche Google ed Apple cercano di farsi largo nel mercato aziendale. Tuttavia Microsoft ha ridisegnato Windows 10 per essere un sistema operativo business-friesndly. L’interfaccia di Windows 10 ricorda la UI di Windows 7, per rendere più familiare l’esperienza utente.

Windows 10, per dimenticare Windows 8.

confused-man1La decisione di saltare il 9, passando da Windows 8 a Windows 10, ha catturato l’attenzione. Ma c’è un motivo. Solo il 13,4% dei Pc ha adottato Windows 8 o Windows 8.1, secondo NetMarketshare. Invece Windows 7 domina sul 51.2% dei Pc e il 23.9% utilizza Windows XP, benché la versione non sia più supportata da Microsoft. Ecco con Windows 10, Microsoft vuole finalmente voltare pagina.

Potere ai Live tile

Windows 10 Technical PreviewMicrosoft guadagna il refresh in automatico dei Live Tile. Microsoft sembra aver trovato un compromesso per i Live Tile con Windows 10. Potete scegliere come usarli sul desktop, tradizionale, per mettere in evidenza meteo, incontri e email. Functionalità e controllo sono un buon bilanciamento: è possibile massimizzare o inimizzarli, evitando il full screen.

Il ritorno del bottone Start.

laptop-man-celebrationL’amatissimo bottone is back. Si tratta non di un semplice ritorno del Menu Start, ma di un vero menu Start, ancora più ampio di quello di Windows 7. Microsoft non aveva altra scelta, dopo il flop di Windows 8. Ora però chiediamo solo una cosa: “l’aggiornamento gratuito da qualsiasi precedente versione di Windows a partire da Windows 7. Sì quando si sbaglia si rimedia, ma il rimedio deve essere gratuito”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore