Le dieci minacce alla sicurezza del 2014

CyberwarMarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Le dieci minacce alla sicurezza IT nel 2014
0 2 Non ci sono commenti

Da Prism ad Heartbleed, da Windows Xp alle botnet, fino allo spettro di Windows XP. I dieci rebus nel mondo della sicurezza IT nell’anno in corso

Da mesi gira la testa agli esperti di sicurezza e ai professionisti IT a causa dell’aumento delle vulnerabilità delle imprese ai cyber attacchi. Le tendenze chiave includono: la fine del supporto ufficiale di Windows XP da parte di Microsoft, le rivelazione degli ultimi mesi sullo spionaggio di National Security Agency (NSA) sulle attività di PRISM, la grave falla scoperta nel servizio di crittografia OpenSSL, nome in codice Heartbleed. Oggi un cyber attacco ha un forte impatto anche sul versante della reputazione di un sito, oltre apresentare alti costi dalla prospettiva finanziaria. Così abbiamo creato una lista definitiva sulle 10 maggiori minacce alla sicurezza, di cui dobbiamo essere coscienti e preparati ad affrontare, per mitigarne gli effetti dirompenti.

Script kiddies e cyber hacktivist
cyber-security-manI gruppi di hacktivist a volte esprimono il desiderio zelante di “punire” o “coprire di vergogna” quei business, individui or gruppi che si contrappongono a ideali politici o che hanno compiuto azioni controverse nel settore economico-finanziario. Gli hacktivist hanno dimostrato di saper sorprendere ed essere efficienti.

Usando tattiche di Distributed denial of service (Ddos) o SQL injection, abbiamo visto in azione Syrian Electronic Army (SEA), con i suoi numerosi attacchi a varie istituzioni, dal The New York Times all’account su Twitter di Microsoft.

Se le implicazioni più ampie degli attacchi sono limitate – dal mandare offline un sito al defacement di un’homepage per alcune ore –, il successo mediatico ottenuto da questi gruppi dimostra che il mondo business deve prendere meno sottogamba la sicurezza IT. (Segue a pagina 2)

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore