Digital divide, Telecom Italia firma un accordo per eliminarlo

Aziende

L’intesa con il ministro Gentiloni vuole azzerare il gap tecnologico tra le aree del paese

Il digital divide (divario digitale) è una delle lacune peggiori nell’infrastruttura del territorio nazionale. Finora p er abbatterlo, si è scommesso sul WiMax e sulla separazione della rete. Ma Telecom Italia propone una nuova via. Già denunciato in autorevoli ricerche, in numerose statistiche, e, da ultimo, nel Click day per regolarizzare i lavoratori extra comunitari in Italia, il digital divide va eliminato. Ora l’azzeramento del divario digitale diventa materia di un accordo tra ministero delle Comunicazioni, Infratel e Telecom.

L’intesa tra l’Amministratore Delegato di Telecom Italia Franco Bernabè e il ministro Paolo Gentiloni intende promuovere lo sviluppo d’infrastrutture in banda larga su tutto il territorio nazionale, eliminando il gap tecnologico tra le aree italiane.

L’accordo prevede l’avvio di un’attività congiunta sia del Sud, (dove già operava Infratel) sia del Centro Nord. L’inesa inoltre vuole: ottimizzare i tempi di abilitazione; definire i requisiti tecnico-economici per l’acquisizione di fibra ottica e infrastrutture di posa; individuare le forme di sinergia sul territorio; valutare l’impiego di tecnologie innovative per accelerare i tempi e tagliare i costi.

L’accordo verrà monitorato da un tavolo di coordinamento tra i diversi soggetti firmatari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore