Digital Magics lancia la competizione 4.0 tra startup con Ibm

AziendeStart Up
Cdp investirà 200 milioni nelle startup

Scatta la ricerca delle startup italiane che hanno progetti interessanti in ambito Industrial digital transformation 4.0. Il business incubator Digital Magics lancia insieme a Ibm la Call for Innovation

Il piano industria 4.0 lascia una scia di buoni propositi tra le aziende del comparto manifatturiero. Da più parti le aziende si stanno dando da fare per capirci un po’ di più, chi per dare fondo alle casse e iniziare un piano di investimento in ambito tecnologico finalizzato poi al recupero attraverso l’iperammortamento, chi invece si sta solo interrogando se sia un bene o un male. Ma c’è anche chi sta lanciando una vera e propria sfida alla ricerca delle startup italiane che hanno progetti interessanti in ambito Industrial digital transformation 4.0. Il business incubator Digital Magics lancia insieme a Ibm la Call for Innovation.

Le dieci startup più interessanti parteciperanno il 9 ottobre all’evento di Pitch all’interno del campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana. I finalisti avranno l’opportunità di presentare i loro progetti alla Giuria della Call, composta dal top management di Ibm, le imprese partner, i clienti invitati e i Partner di Digital Magics. Inoltre, le dieci finaliste potranno intraprendere percorsi di partnership commerciale con le aziende partner e i clienti di Ibm oltre a essere supportate dall’affiancamento tecnologico di Ibm per accelerare e sviluppare il loro business.

Banco Popolare e Digital Magics finanziano startup

La Call è rivolta a tutte le startup italiane che sviluppano tecnologie digitali e modelli di business innovativi nel settore industriale manifatturiero: dall’edilizia alla metallurgia e siderurgia, dall’impiantistica all’automotive, dalla meccatronica ed elettronica all’industria del vetro, della carta, del legno, della ceramica, della gomma, della plastica e del cemento e l’obiettivo è di individuare le migliori neoimprese digitali in grado di innovare, migliorare e garantire: i processi di produzione e la qualità del prodotto nella logica di integrazione (servitization); le attività di riconoscimento visivo (visual recognition) di oggetti o persone, per il controllo qualità o per la manutenzione, grazie allo sviluppo di algoritmi; la salute e la sicurezza dei clienti finali e dei dipendenti che lavorano su linee di produzione, costruzioni e cantieri, indossando dispositivi connessi (IoT wearable) e la produzione, manutenzione e ricerca & sviluppo con strumenti di realtà aumentata (augmented reality). Per partecipare alla Call le neoimprese devono fare l’application entro il 9 settembre sulla piattaforma http://industrialrevolution.digitalmagics.com

“La trasformazione digitale oggi non è più un’opzione ma una necessità – dichiara Nico Losito, Director of IBM Digital Business Group Ibm Italiae questo vale per ogni tipo di impresa. Ecco perché la nostra azienda crede così tanto nella collaborazione con le startup e con le giovani realtà imprenditoriali e si adopera per ampliare l’ecosistema da cui dipende lo sviluppo dell’0pen Innovation. In particolare – aggiunge Losito – questa iniziativa si inserisce in un programma articolato di attività volte a favorire la nascita di nuovi progetti e soluzioni basate sull’utilizzo di tecnologie avanzate come il cognitive computing nei diversi settori industriali”.

Layla Pavone
Layla Pavone

La collaborazione con Ibm è un chiaro e importante esempio del forte commitment che due player così rilevanti nell’ecosistema dell’innovazione italiana hanno avviato già da alcuni mesi – dichiara Layla Pavone, Amministratore Delegato di Digital Magics per l’Industry InnovationCollaboriamo con Ibm attraverso diverse iniziative come ad esempio quella in corso sul tema ‘Industria 4.0: il momento è adesso’ che stiamo portando nelle principali città italiane”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore