Digitale terrestre: prossima tappa in Trentino e Alto Adige

AccessoriWorkspace

Il passaggio dalla Tv analogica al Digitale terrestre interessa altre due regioni, Trentino e Alto Adige, dal 15 al 30 ottobre

Il passaggio dalla Tv analogica al Digitale terrestre, messo a segno lo switch off in Valle d’Aosta e Piemonte occidentale, ora tocca due nuove regioni: Trentino e Alto Adige, dal 15 al 30 ottobre.

Per aiutare i cittadini a migrare senza difficoltà dalla vecchia Tv analogica al Dtt, il ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni ha aperto il sito Decoder.comunicazioni.it .

Presto anche Trentino e Alto Adige potranno godere dei vantaggi del Dtt: il Digitale Terrestre (Dtt) garantisce immagini di qualità migliore e allarga i canali a disposizione; promuove l’interattività via telecomando e la maggior resistenza a interferenze.

Ma come si può scegliere il Decoder o una Tv con decoder integrat o, senza incorrere in poblemi? Altroconsumooffre da tempo alcuni consigli: lo zapper, il decoder low-cost, non gode del contributo governativo (50 euro per gli abbonati Rai over 65 con reddito sotto i 10 mila euro); per questa fascia, è acquistabile il decoder Mhp abilitato alla ricezione di programmi a pagamento (il bouquet Mediaset e La7). Se, invece di acquistare il Decoder da abbinare alla vecchia Tv, gli utenti preferiscono acquistare una nuova Tv con decoder integrato, devono prestare attenzione al colore del bollino DgTv.

Il bollino grigio indica lo zapper (non utilizzabile per i programmi Premium). Bianco indica i decoder per i programmi Premium, ma a cui va abbinato il dispositivo Cam. Blu (circa 90 euro)si riferisce a decoder interattivi e con contenuti Premium. Ma per chi vuole godere dell’alta definizione, solo il gold è destinato all’HdTv intorno ai 200 euro.

Leggi: Altroconsumo: Pro e contro del decoder unico per Tivù e Sky

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore