Digitale terrestre sotto la lente di AgCom

NetworkProvider e servizi Internet

Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni punta a un catasto nazionale per impianti Radio-Tv e una normativa per il Dbd-h

AgCom ha approvato i passaggi della transizione allo switch off in materia di Digitale terrestre. Inoltre verrà adottato in tempi brevi un regolamento sul DVB-H. Ritornando al Dtt, AgCom prevede i seguenti passaggi: creazione di un catasto nazionale degli impianti radiotelevisivi e delle relative frequenze, tramite i controlli della polizia postale e delle comunicazioni; aggiornamento del piano di assegnazione delle frequenze; istituzione di una commissione di esperti per la revisione del piano; adozione di procedure per garantire l’accesso dei fornitori di contenuti e servizi indipendenti alla capacità trasmissiva dei multiplex degli operatori verticalmente integrati (Rai, Mediaset e Telecom). Infine l’Autorità avrà un potere di veto sulle scelte dei broadcaster, per impedire comportamenti anticompetitivi e non pluralisti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore