Disabile in video, chiesto un anno per tre dirigenti Google

Autorità e normativeNormativa

I Pm di Milano hanno chiesto la condanna a un anno di carcere e a sei mesi per dirigenti ed ex di Google

La vicenda giudiziaria italiana di Google Video e delle vessazioni ai danni di un ragazzo disabile, arriva alle battute finali: nel processo per diffamazione e per non aver esercitato il monitoraggio, i Pm di Milano, Alfredo Robledo e Francesco Cajani, hanno chiesto la condanna a un anno di carcere per tre persone, e a sei mesi per una quarta, tutti dirigenti ed ex di Google.

La vicenda giudiziaria ha portat o in tribunale quattro dirigenti di Google, a causa di un video postato da studenti su Google Video.

Nel video veniva pesantemente molestato un ragazzo disabile, affetto da autismo. I dirigente di Google che dovranno affrontare il rito abbreviato sono Carl Drummond (ex presidente del cda e legale di Google Italy e oggi Senior vice presidente e dirigente del servizio legale), George De Los Reyes (ex membro del cda di Google Italy, ora in pensione), Peter

Fleischer (responsabile policy sulla privacy per l’Europa di Google) e Arvind Desikan (responsabile progetto Google Video per l’Europa) e devono difendersi dall’accusa di concorso in diffamazione e violazione della legge sulla privacy.

Il giudice Oscar Magi ha annunciato il rito abbreviato condizionato alla testimonianza di un ingegnere informatico, assecondando le richieste dalle difese degli imputati. Lo scorso febbraio il padre del ragazzo aveva ritirato la querela a Google.

L’autunno caldo di Google non si esaurisce con le querelle con Rupert Murdoch , con l’ Antitrust italiano (Google News), con gli editori (Google Books): ieri è esploso il caso di Google Analytics nel mirino della Germania per motivi di Privacy. Oggi viene al pettine la vicenda processuale di Google Video in Italia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore