Dischi allo stato solido

Workspace

Sono hard disc che consumano meno e non si rompono se cadono.

Inizia l’era degli SSD, i dischi allo stato solido. SanDisk ne ha presentato uno da 32 GB, e la statunitense SuperTalent annuncia di avere pronto un modello da 128 GB. Rispetto agli hard disk tradizionali per il momento il costo è più elevato, ma le cose sono destinate a cambiare presto. Non avendo parti meccaniche offrono maggiore resistenza agli urti e consumano molto meno le batterie dei portatili. Anche le prestazioni saranno complessivamente migliori, garantendo un avvio più veloce del sistema operativo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore