Doccia fredda di Gartner su Windows Phone 7

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Gartner prevede che il lancio di Windows Phone 7 farà crescere il market share di Microsoft dal 4.7% del 2010 al 5.2% nel 2011, per ripiombare al 3.9% entro il 2014

A meno di miracoli dell’ultimo momento, l’agitazione intorno a Windows Phone 7 non porterà nulla di più di un lieve e temporaneo sollievo a Microsoft. Le parole di Gartner, che solo tempo fa avevano parlato della fine di Symbian (quella che ora si sta concretizzando), arrivano come una doccia gelata sugli sforzi di Microsoft e del suo Ceo Steve Ballmer. Non è bastato il dimezzamento del bonus di Ballmer e il declassamento da Buy a Neutral del titolo Microsoft: ora anche la società d’analisi picchia duro.

Gartner prevede che il rilascio di Windows Phone 7 aiuterà a fermare l’emorragia e a far crescere il market share di Microsoft dall’attuale 4.7% nel 2010 al 5.2% nel 2011, ma sarà solo un “balsamo” temporaneo: Windows Phone 7 piomberà al 3.9% entro il 2014.

Gartner stima che Symbian OS continuerà a mantenere lo scettro entro il 2014, con il 30.2%, ma tallonato da Google Android in pieno boom. Android deterrà il 29.6% di quote di mercato entro il 2014, in crescita esponenziale dal 17.7% del 2010 e dal 3.9% del 2009.

Windows Phone 7 ad ottobre
Windows Phone 7 ad ottobre
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore