Dolcetto o scherzetto? I cosigli di Sophos e Panda per un Halloween senza sorprese

CyberwarSicurezza

Ad Halloween Sophos invita gli utenti a “uccidere uno zombie”. Invece Panda Security invita gli utenti a tenere gli occhi aperti: un nuovo attacco sfrutta false pagine web nei risultati dei motori di ricerca relativi alla festa di Halloween

Il 31 ottobre, con la poplare festa di Halloween, è dietro l’angolo e molti utenti sono alla ricerca di idee per questo evento. Panda Security avverte che il cyber-crime ha già posizionato migliaia di pagine web tra i risultati dei motori di ricerca, con siti malevoli posizionati per distribuire falsi programmi antivirus, che gli utenti scaricheranno ed installeranno sul loro sistema, spesso senza esserne consapevoli. Questi finti programmi sono soliti mostrare messaggi allarmanti per i navigatori per avvisarli che il PC è stato infettato ed è necessario acquistare una licenza del programma. Con un semplice clic, gli utenti verranno condotti su una pagina in apparenza legittima, che li renderà vittime di una frode. bQueste false applicazioni stanno diventando sempre più aggressive, causando anche il blocco del sistema.

Ecco come tutelarsi dai falsi risultati Web: se conoscete l’indirizzo del sito che volete visitare,digitatelo direttamente nel browser; se dovete cercare un sito, utilizzate un tool di navigazione web che ne indichi subito la validità o la pericolosità; in presenza di bambini, installate un efficace di sistema di parental control, che fornirà la garanzia di una navigazione sicura e ed il blocco a contenuti inappropriati; non aprite link sospetti provenienti da fonti non affidabili (nè visti su Facebook); se doveste cliccare su uno di questi link, controllate subito la pagina sulla quale venite condotti (e non la riconoscete, chiudete immediatamente il browser); se non notaste niente di strano, ma vi venisse richiesto di scaricare il download di qualche elemento, non accettate; assicuratevi di essere dotati di un adeguato sistema di sicurezza che vi protegga in qualsiasi circostanza.

Per Halloween anche Sophos invita gli utenti a “uccidere uno zombie”: la giornata mondiale “Kill-A-Zombie” ovvero virus e malware che infettano i nostri computer.

Milioni di computer in tutto il mondo, a casa e negli uffici, sono “posseduti” da cybercriminali e utilizzati, senza che gli utenti ne abbiano alcun sospetto, per diffondere spam e malware e compiere temibili furti di identità.

Miliardi di messaggi spam vengono inviati quotidianamente : più del 99% da utenti del tutto ignari, il cui computer è stato infettato e trasformato in un “computer-zombie”. I cracker gestiscono vere e proprie reti di computer-zombi e, conosciute come botnet, per diffondere messaggi spam riguardanti falsi medicinali e discutibili opportunità finanziarie, ingannare ingenui utenti e rubare loro dati sensibili (come il numero della carta di credito), accedere alle loro reti di social network e aumentare ulteriormente le proporzioni della minaccia informatica.

Graham Cluley, senior technology consultant per Sophos spiega: “La prossima volta che controllate la vostra posta ricordatevi: una pubblicità del Viagra potrebbe esservi stata inviata da un’anziana, dolce e completamente ignara signora da un’amena località. È vero, è estremamente semplice cadere vittima di tali attacchi, ma è giunto il momento per gli utenti di reagire”.

La soluzione è mantenere alto il livello di protezione del vostro computer, aggiornando regolarmente software antivirus, firewall e security patch. È un problema davvero globale e tutti sono chiamati ad intervenire” aggiunge Cluley. “Con l’arrivo dei primi freddi, molte persone resteranno sempre più spesso a casa davanti al proprio pc: il weekend di Halloween diviene allora un’occasione perfetta per cacciare gli hacker dal vostro computer. È sufficiente una completa scansione per individuare le minacce più pericolose.”

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore