Dopo Eutronsec, Aladdin conquista anche SafeWord

AziendeSicurezzaSoluzioni per la sicurezza

In Italia una lunga concorrenza è finita in settembre con l’acquisizione definitiva di Eutronsec da parte del vendor israeliano di sicurezza. Soluzioni di Drm e autenticazione forte nel nuovo portafoglio prodotti

L’israeliana Aladdin Knowledge Systems ha acquisito definitivamente l’italiana Eutronsec che produce software di protezione e prodotti di autenticazione. Il costo della transazione è stato valutato in 10 milioni di euro. Eutronsec sulle applicazioni in concorrenza con quelle di Aladdin, in ambito Drm e strong authentication, genera un giro d’affari di 5 milioni di euro. L’acquisizione rientra in un’attività di espansione di Aladdin e di maggiore presenza sul mercato europeo. Come spiega Alfredo Cusin, che assumendo al responsabilità di Aladdin ed Eutronsec in Italia sta guidano la fusione che coinvolge una trentina di persone e lo spostamento di tutte le attività a Treviolo nei pressi di Bergamo:“ Le competenze commerciali si fonderanno per generare nuove e più ampie opportunità”.

Le aziende, nate a due anni di distanza, rispettivamente nel 1985 Aladdin e nel 1987 Eutronsec, hanno un trascorso storico similare, entrambe accomunate da un background di accentramento delle attività di sviluppo, produzione e commercializzazione. Con l’acquisizione si stima che la nuova realtà disporrà di una quota di mercato del 70% in Italia per le soluzioni di Drm e fino al 50% per le soluzioni di strong authentication. Ma il trimestre che per Aladdin si è chiuso a settembre con un fatturato di 31,7 milioni di dollari con un incremento del 22% anno su anno, ha portato anche all’acquisizione definitiva della liena di prodotto Safeword ( ex Secure Computing, passata a McAfee) per 65 milioni di dollari in contanti. Safeword è una soluzione di autenticazione forte a due fattori che utilizza token e si integra particolarmente bene con l’ambiente Microsoft e Citrix.

La direzione intrapresa da Aladdin va dunque verso un investimento mirato in tecnologie complementari e verso l’espansione delle sue attività in Europa , un mercato che viene giudicato particolarmente promettente e che , per quanto riguarda l’Italia , è guidato dal quartier generale tedesco. Come ammette Cusin , in Italia esistono aree di sovrapposizione nelle soluzioni di Drm, più di modalità di commercializzazione che di prodotto. Aladdin ha finora sempre sposato la linea della distribuzione indiretta, mentre Eutronsec lavora a diretto contatto con il cliente per una soluzione personalizzata.

La direzione sarà quella di un maggiore standardizzazione dell’offerta. Ma “i clienti hanno recepito bene la fusione e la continuità del supporto di prodotto”, insieme con l’opportunità di migrazione delle tecnologie dove richiesto. Anche l’attuale canale di vendita combinato delle due realtà andrà incontro a una semplificazione, anche perché i prodotti Eutronsec , prodotti in Italia, entrano nel listino Aladdin per l’estero. Con l’acquisizione di Safeword aumenta anche il peso europeo di Aladdin nell’area della soluzioni di strong authentication , ma “già il 50% del fatturato di Aladdin deriva dall’Europa”. A questo riguardo Cusin anticipa il coinvolgimento dei terminali smartphone ( Nokia e Blackberry) nei prossimi prodotti di autenticazione forte di derivazione Safeword.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore