Dopo Google, la Cina censura Altavista

Marketing

Il governo di Pechino blocca laccesso ad AltaVista.com e AltaVista.co.uk.

Non bastava Google, evidentemente. AltaVista il secondo motore di ricerca colpito dalle restrizioni messe in atto dalle autorit di Pechino. Il divieto per gli internauti cinesi, che si stima siano oltre 45 milioni, di accedere a Google e ad AltaVista grave e incomprensibile. Gi nel 2001 il governo di Pechino aveva adottato una regolamentazione per il controllo di internet che considerava linfiltrazione in siti riguardanti gli affari di Stato, della difesa o delle tecnologie e la diffusione di virus informatici come attivit criminali e si riferiva allutilizzo di Internet per diffamare o trasmettere informazioni nocive, per incitare al rivolgimento dello Stato, del sistema socialista o della divisione del Paese come crimine contro la sicurezza dello Stato e la stabilit sociale. E cos diversi siti erano stati chiusi. Ma si trattava di iniziative che servivano appunto a confinare i gruppi dissidenti, chi faceva propaganda per organizzazioni antigovernative, come la setta religiosa del Falun Gong o gli indipendentisti tibetani. AltaVista spiega che lelemento chiave della nostra missione aziendale consiste nel rendere disponibili le informazioni allintera comunit globale. Per questa ragione ci siamo preoccupati quando abbiamo saputo che i siti AltaVista.com e AltaVista.co.uk non risultavano accessibili dalla Cina. Abbiamo quindi contattato subito il governo cinese per cercare di capire per quale ragione gli utenti cinesi non potevano accedere ai nostri servizi. AltaVista pensa per il momento allelaborazione di soluzioni alternative per offrire comunque i suoi servizi agli utenti cinesi, rendendo disponibili nuove URL non legate al dominio AltaVista.com, tra cui ad esempio http://www.raging.com/. In questo momento – dichiara lazienda – risulta che altri siti locali come altavista.ca (Canada), altavista.ie (Irlanda) e altavista.de (Germania) sono rimasti sempre attivi in Cina, e che attraverso Babel Fish, il nostro strumento di traduzione online, gli internauti cinesi riescono non solo ad entrare nei siti in cinese, ma possono anche tradurre le informazioni dallinglese al cinese da qualsiasi sito visitato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore