MobilitySmartphone

MWC 2016, fra realtà virtuale, IoT e nuovi smartphone

Mwc 2016
0 0

VIDEO – Le principali novità viste a MWC 2016, spaziando dai nuovi top di gamma del mercato smartphone alla Realtà virtuale (VR), passando per IoT e wearable tech

Il Mobile World Congress (MWC 2016) si è appena concluso e l’immagine che resterà è quella di una folla di visitatori che indossano i visori per la realtà virtuale (VR).

MWC 2016, fra realtà virtuale, IoT e nuovi smartphone
MWC 2016, fra realtà virtuale, IoT e nuovi smartphone

Se l’edizione 2014 era all’insegna dei Google Glass (mai commercializzati, se non nella versione developer) e quella successiva degli smartwatch al polso, MWC 2016 passerà alla storia per l’entusiasmo suscitato dalla realtà virtuale e dall’avvento del 5G.

Mwc 2016
Mwc 2016

Mobile is everything” è il claim della fiera di Barcellona: gli smartphone e i convertibili 2-in-1 hanno fatto la parte del leone nei keynote, ma negli stand la telefonia è solo una categoria del Mobile, mentre ormai tutto è IoT e l’Automotive cerca un nuovo eldorado con le self-driving cars e le auto sempre più connesse.

La Realtà virtuale (VR) è la prossima piattaforma social

Sul palco di Samsung, dopo la presentazione dei nuovi Galaxy S7 e S7 Edge e Gear 360, è salito a sorpresa il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, che ha definito la realtà virtuale (VR) la piattaforma sociale del futuro: “La realtà virtuale sta per diventare la piattaforma più social di tutte. (…) Un giorno, presto, tutti noi avremo il potere di trasmettere la nostra vita, quello che stiamo facendo, ogni volta che vogliamo. In questo modo i nostri amici e la nostra famiglia potranno provare le stesse esperienze come se fossero lì con noi“.

MWC 2016, fra realtà virtuale, IoT e nuovi smartphone
MWC 2016, fra realtà virtuale, IoT e nuovi smartphone

A Barcellona i visitatori hanno potuto toccare con mano Gear VR con Gear 360 e il software di Oculus Rift (acquisito da Facebook per 2 miliardi di dollari), mentre Htc ha annunciato il prezzo di Htc Vive, LG ha svelato Lg 360 VR.

Sono già pronti 200 tra giochi e apps disponibili per la realtà virtuale, ma ciò che incuriosisce è la possibilità di comunicare in modo nuovo.

MWC 2016 - Facebook presenta Telecom Infra Project
MWC 2016 – Facebook presenta Telecom Infra Project

Con l’algoritmo sviluppato da Oculus servono meno dati per lo streaming di video immersivi: in futuro sarà possibile anche la chat VR.

Htc Vive, già in pre-ordine, sarà a scaffale in aprile al prezzo di 800 dollari. Htc Vive consente di tuffarsi e muoversi intorno in un’area limitata, come se ci si immergesse davvero in un mondo virtuale, sott’acqua ad osservare balene o in un videogioco spara-tutto. Sotto la scocca hardware, battono una Gpu Nvidia GeForce GTX 970, AMD Radeon R9 290; la Cpu Intel i5-4590 / AMD FX 8350; 4 GB di RAM; il visore ha uscite video HDMI 1.4, DisplayPort 1.2; una porta USB 2.0 e supporta i sistema operativi Windows 7 SP1, Windows 8.1, Windows 10.

Mwc 2016 - Htc Vive sarà in commercio ad aprile a 800 dollari
Mwc 2016 – Htc Vive sarà in commercio ad aprile a 800 dollari

Due novità presentate da LG sono LG 360 Cam e il casco LG 360 VR. Il primo è una videocamera sferica con doppio sensore che cattura immagini a 16 Megapixel e video fino a 2K, con supporto immediato da parte di YouTube 360 e Google Street View. LG 360 VR è un display da 1.88 pollici, con una risoluzione da 960 x 720 pixel in forma di casco per la realtà virtuale (VR), che pesa 100 grammi, che si connette al G5 via USB-C. LG ha collaborato con Google sia nel design che nel supporto da YouTube 360 e Cardboard.

Samsung Gear 360 è la nuova fotocamera in grado di girare video a 360 gradi, da vedere su smartphone o via Gear VR. Caratteristiche: 30 Megapixel, apertura di F2.0, preview live di quello che si gira.

Gli smartphone visti a Barcellona

Circa il 23% di tutti gli smartphone venduti l’anno scorso erano targati Samsung, ma le quote di mercato sono in calo rispetto al 25% detenuto nel 2014 e al 31% nel 2013, secondo Gartner. E il vendor sud-coreano corre ai ripari, presentando il Galaxy S7 e S7 Edge.

Galaxy S7 è resistente all'acqua
Galaxy S7 è resistente all’acqua

Water-resistant (certificato IP68) e con vano per la micro-SD card per espandere lo storage, i nuovi Galaxy S7 e S7 Edge di Samsung vantano una fotocamera con apertura f/1.7 e sensore migliorato per velocizzare la velocità di messa a fuoco. Il Galaxy S7 vanta pixel più ampi del 30% rispetto all’iPhone 6S Plus. Anche se la fotocamera scende da 16 a 12 Megapixel, i pixel maggiorati catturano il 56% di luce in più. L’S7 ha un display Super AMOLED da 5.1 pollici (con risoluzione da 2560×1440 pixel), mentre il Galaxy S7 Edge ha uno schermo da 5.5 pollici.

Mwc 2016 - Samsung Galaxy S7 è resistente all'acqua
Mwc 2016 – Samsung Galaxy S7 è resistente all’acqua

Oggi un utente attiva lo smartphone 150 volte al giorno, ma l’interfaccia Always on permette di vedere orario e notifiche sul display. L’autonomia è aumentata del 18%, grazie a una batteria fino a 3.000 mAh. La batteria dell’S7 Edge è da 3.600 mAh. Gli amanti dei videogiochi, apprezzeranno il fatto che S7 supporta Vulkan API per lo sviluppo di gaming, quindi trarranno vantaggio dal processore multicore. Già in pre-ordine, in vendita dall’11 marzo, S7 e S7 Edge arrivano con una sorpresa: chi effettua il pre-ordine di Galaxy S7 (o lo compra prima del 18 marzo) riceverà in regalo il dispositivo per la realtà virtuale (VR) Samsung Gear VR.

Lg G5
Lg G5

Passiamo all’altro top di gamma alla fiera di Barcellona, Lg G5, lo smartphone che anticipa Project Ara e reinventa lo smartphone con un concept modulare. Il suo punto di forza sono gli extra, composti da accessori e plug-in, per arricchire il proprio dispositivo su misura delle proprie esigenze. Gli accessori sono gadget compatibili, chiamati LG Friends, che consentono di trasformare il telefono in una macchina fotografica, in uno stereo hi-fi o in un hub o porta in grado di dialogare con altri device.
Disponibile nei colori argento ed oro e racchiuso in un corpo in alluminio anodizzato, Lg G5 è più piccolo ed ergonomico del Nexus 6P, ha lo scanner per le impronte digitali e vanta uno schermo da 5.3 pollici con risoluzione da 2560 x 1440 pixel, con una densità di pixel pari a 554 PPI.
G5 è dotato di una fotocamera sul retro da 16 Megapixel e da una fotocamera per i Selfie da 8 Megapixel con ampio angolo da 135 gradi. Ma soprattutto l’azienda sud-coreana ha introdotto nove filtri mutuati dalle pellicole delle macchine fotografiche analogiche, per simulare alcune caratteristiche classiche di Kodak e Agfa.

Mwc 2016 - Htc Desire 530, 630 e 825, gli smartphone dedicati allo street wear urbano
Mwc 2016 – Htc Desire 530, 630 e 825, gli smartphone dedicati allo street wear urbano

Htc presenterà il suo atteso One M10 prossimamente, mentre ha portato sotto i riflettori di MWC 2016 i modelli mid-range Desire 530, 630 e 825. Ma il trio di Htc è dedicato allo street wear urbano.

Caratterizzati da un design giovanile e moderno, Desire 530 dispone di un display HD 720p da 5 pollici ed è motorizzato con un chip quad-core Snapdragon 210 con clock a 1.1GHz; Htc Desire 630, grazie al chipset quad-core Snapdragon 400 corroborato da 2 GB di RAM, ha una fotocamera posteriore da 13 Megapixel (e frontale da 5 Megapixel); Htc Desire 825 vanta uno schermo da 5,5 pollici e dispone di altoparlanti BoomSound.

Per la prima volta a MWC è Xiaomi Mi 5, che si distingue per l’originale design in “corpo di ceramica 3D”, mentre il sistema operativo MIUI 7, basato su Android 6.0 Marshmallow, è stato aggiornato 275 volte, a cadenza settimanale.

MWC 2016 - Xiaomi Mi 5 presentato per la prima volta in Europa
MWC 2016 – Xiaomi Mi 5 presentato per la prima volta in Europa

Il Mi 5 di Xiaomi, quinto vendor del mercato smartphone, è lo smartphone dall’alto rapporto qualità/prezzo: costa meno di 400 dollari, ma vanta schermo da 5,15 pollici, chipset Qualcomm Snapdragon 820, corroborato da 4GB di RAM, fino a 128 GB di storage, batteria da 3,000mAh, un sensore di impronte digitali, la porta USB Type-C e la fotocamera posteriore da 16 Megapixel con sensibilizzazione ottica dell’immagine a 4 assi.

Sony Xperia Ear
Sony Xperia Ear

Le performance della Cpu sono ottimizzate del 100% rispetto a Snapdragon 810, e le prestazioni della GPU sono aumentate del 40%. La memoria flash UFS 2.0 è più veloce dell’87% rispetto alla precedente versione.

Sony ha tolto i veli alla gamma Xperia X con Xperia Ear, che consente di controllare lo smartphone e ricevere notifiche senza dover toccare il display. Xperia X ha adottato la tecnologia 4D focus sulla fotocamera e nuove batterie della startup Qnovo: l’autonomia dura il doppio rispetto a prima.

La Wearable Tech in fiera

In ambito wearable tech, Garmin ha presentato il GPS smartwatch vívoactive HR e la fitness band vívofit 3: dispositivi indossabili, con cui l’azienda, un tempo sinonimo di navigazione satellitare, compie nuovi passi nel mondo del fitness e del wellness.

Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015
Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015

Dentro lo smartwatch Gear S2, Samsung ha lanciato la e-Sim, un chip già integrato nel dispositivo e non più fornito dal gestore telefonico: la Sim virtuale, voluta da Gsma, permette di cambiare operatore con un click. L’addio alla Sim avrà un impatto sul roaming internazionale e sul cambio dell’operatore mobile

I convertibili 2-in-1 per la produttività

HP Elite x3 non è solo un nuovo dispositivo – un phablet -, ma rappresenta un nuovo approccio (tre dispositivi in uno) che nasce per essere versatile e che indirizzerà un nuovo ecosistema di app mobile della prossima generazione di computing.

Mwc 2016 - Hp Elite x3, lo smartphone con Windows 10 mobile presentato come un Pc
Mwc 2016 – Hp Elite x3, lo smartphone con Windows 10 mobile presentato come un Pc

Hp Elite x3 unisce tre aspetti in un unico device: la potenza e la produttività di un pc, la portabilità di un phablet, la connettività di una smartphone. HP Elite x3 coniuga due Sim – per esigenze private e di business, o per chi viaggia e deve utilizzare Sim di paesi diversi – e una batteria potente (4.150 mAh).

HP Elite x3 ha due Sim – per esigenze private e di business, o per chi viaggia e deve utilizzare Sim di paesi diversi – e batteria potente (4.150 mAh).

Mwc 2016 - Huawei Matebook, l'ibrido con Windows 10
Mwc 2016 – Huawei Matebook, l’ibrido con Windows 10

Huawei Matebook è un ibrido 2-in-1, il primo Pc del vendor cinese, con puntatore laser e sistema operativo Windows 10. Lo schermo touch da 12 pollici è un display con risoluzione pari a 2.160×1.440 pixel (400-nit) e con fotocamera frontale è da 5 Megapixel.

MWC 2016 - Fujitsu Stylistic Q736, il 2-in-1 con lettore biometrico di impronta venosa e Smartcard contactless
MWC 2016 – Fujitsu Stylistic Q736, il 2-in-1 con lettore biometrico di impronta venosa e Smartcard contactless

Il nuovo Fujitsu Stylistic Q736 comprende alcune tecnologie di sicurezza, tra cui PalmSecure, il sistema di scansione biometrica delle vene del palmo della mano e il supporto alle Smartcard contactless.

Viaggeremo in 5G, ma contro il divario digitale arriva Telecom Infra Project

Mark Zuckerberg al MWC 2016 ha presentato il progetto Telecom Infra Project, iniziativa per portare Internet anche nelle aree più remote del pianeta, per superare il divario digitale laddove ancora resiste.

Ma il piatto forte di Mwc 2016, anche se non è ancora dietro l’angolo, è il 5G, le reti mobili di quinta generazione, che potrebbero prendere il via dal 2020, viaggiando a una velocità superiore di almeno 100 volte all’attuale 4G. Il 5G promette connessioni più stabili e affidabili, verrà ridotto il tempo di latenza. Il 5G sarà la connettività ideale per Internet of Things (IoT), droni sempre più performanti e per le driverless cars.

Mwc 2016 - Intel scommette sul 5G per accelerare su IoT
Mwc 2016 – Intel scommette sul 5G per accelerare su IoT

Intel scommette sul 5G, perché prevede che il numero di dispositivi connessi salirà a 50 miliardi di unità, dal 2020. Ericsson prevede che 150 milioni di utenti passeranno alle reti 5G fra cinque anni. Ma la deadline di Ericsson non corrisponde con quella di Nokia, che stima che i network “5G-ready” siano pronti da inizio 2017. Il Ceo di Nokia Rajeev Suri ha dichiarato alla fiera di Barcellona che, al di là dell’accordo finale sullo standard, il 5G arriverà prima di quanto si pensi (video).