Driver: Parallel Lines

Management

Driver: Parallel Lines riprende la giocabilità resa famosa dal campione di
incassi Grand Theft Auto, pone però un maggiore accento sulle sessioni di guida
e punta su una storia che si dipana a New York in due diversi periodi, il 1978 e
il 2006

Driver: Parallel Lines riprende la giocabilità resa famosa dal campione di incassi Grand Theft Auto, pone però un maggiore accento sulle sessioni di guida e punta su una storia che si dipana a New York in due diversi periodi, il 1978 e il 2006. Incastrato da chi credeva amico, il giovane corriere TK passa 28 anni in carcere e quando ne esce trova la Grande Mela completamente cambiata, ma pronta a offrire molte opportunità a un buon pilota in cerca di vendetta… È proprio l’idea del gap temporale a regalare un po’di originalità a un gioco che riprende in toto le meccaniche di Grand Theft Auto: dovrete seguire la campagna principale e intraprendere una serie di missioni opzionali, partecipando a numerose sparatorie in una credibile e immensa New York completamente esplorabile. Certamente superiore a Driver 3, Parallel Lines vive ancora di luce riflessa, ma la strada imboccata dal titolo Atari è quella giusta.

A cura di Lorenzo Cavalca

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore