DRM, nemico pubblico numero uno degli utenti

AccessoriWorkspace

Ennesima levata di scudi contro l’odioso sistema di protezione.

Si allarga il fronte di chi non sopporta più i problemi generati dai sistemi DRM anticopia. L’ultima voce in ordine di tempo viene da MusicLoad un portale tedesco di musica on-line tra i più importanti d’Europa: MusicLoad. La società ha reso pubblico il fatto che il 75% delle proteste dei suoi utenti sono provocate dal DRM, che crea ogni sorta di difficoltà soprattutto a chi ha acquistato regolarmente la propria musica. Il portale si unisce al coro di chi è convinto che il DRM blocchi il mercato della musica online, frenando un settore con grandi potenzialità e favorendo la pirateria.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore