Sei Millennials su 10 faranno shopping di Natale via m-commerce

E-commerceMarketing
Dynatrace: Sei Millennials su 10 faranno shopping di Natale via m-commerce
2 28 Non ci sono commenti

Un’istantanea, scattata da Dynatrace, cattura il rapporto dei Millennials con il mobile shopping. Questo Natale Il 50% degli utenti tra i 18 e 34 anni preferirà l’m-commerce

I Millennials sono sempre più mobile, social e si attendono una qualità superiore nell’esperienza online rispetto alle generazioni precedenti: cercano l’eccellenza digitale anche nell’e-commerce e soprattutto nel mobile shopping. “Le loro aspettative sulle prestazioni digitali guidano la trasformazione dell’esperienza di acquisto” spiega Dynatrace. Un’istantanea, scattata da Dynatrace, cattura il rapporto dei Millennials con il mobile shopping (m-commerce).

Dynatrace: Sei Millennials su 10 faranno shopping di Natale via m-commerce
Dynatrace: Sei Millennials su 10 faranno shopping di Natale via m-commerce

Un’indagine sul mobile shopping, condotta da Harris Poll, nel mese di ottobre, intervistando oltre 5.000 utenti di dispositivi Mobili in 5 Paesi, rivela che gli acquisti di Natale avverranno soprattutto da Mobile: “Quest’anno il mobile shopping batterà tutti i record e il prezzo da pagare per quei rivenditori che non forniscono esperienze digitali di qualità sarà molto più elevato. Siamo in grado di prevedere il futuro del retail, proprio guardando a quello che i consumatori da mobile di età compresa tra i 18 e i 34 anni stanno facendo adesso. Chiedono un’esperienza di acquisto impeccabile e se vengono delusi sono pronti a lamentarsi sui social media“, ha precisato Erwan Paccard, Director of Omnichannel Strategy di Dynatrace. “Questo ‘Ritorno al futuro’ guidato dai Millennials sta cambiando il mondo della vendita al dettaglio per sempre! Le aziende vinceranno o falliranno in base alla loro capacità di fornire grandi esperienze ai clienti rispetto a ogni possibile punto di contatto digitale“.

Il 42% di tutti gli utenti mobile e il 60% dei Millennials pensano di impiegare il proprio smartphone o tablet per lo shopping natalizio di quest’anno.

Il sorpasso dell’m-commerce rispetto al negozio fisico tradizionale (quello dell’e-commerce è avvenuto nel Thanksgiving Day negli USA) è ormai prossimo: a livello globale, il 50% degli intervistati nella fascia d’età tra i 18 e 34 anni ha dichiarato che farà acquisti più dal dispositivo mobile che fisicamente in negozio. In UK, la percentuale raggiunge il 60%.

Il 50% degli utenti tra i 18 e 34 anni sceglierà lo shopping via mobile, preferendo l’m-commerce all’acquisto in negozio e il 62% di essi adopererà il proprio dispositivo in un negozio tradizionale per confrontare prezzi, accedere alle recensioni e scaricare coupon. Negli Stati Uniti il 71% dei consumatori entrerà nei negozi con il proprio smartphone solo per questo motivo.

Ma sono le performance a orientale l’m-commerce. L’81% degli utenti della generazione Y rinuncerà all’acquisto e sceglierà altri rivenditori se il sito o le applicazione mobile non funzionano perfettamente, il 49% lo farà se non riescono a caricare i dati in meno di tre secondi.

Il 75% degli intervistati e l’81% dei Millennials abbandoneranno l’acquisto, rivolgendosi altrove, se il sito mobile o l’applicazione mobile presenteranno bug, saranno lenti o avranno crash. Gli utenti mobile in Germania sono i più severi: l’abbandono dell’acquisto avverrà nell’87% dei casi.

Poiché, in caso di malfunzionamento, solo il 68% tenterà in futuro a riutilizzare ancora una volta il sito mobile o l’app, la perdita dei possibili acquirenti riguarda il 32% di essi. Il danno è in termini di reputazione: il 51% dei Millennials si lamenterà sui social network nel caso l’esperienza di shopping online sia stata negativa, in Australia lo farà il 59% di essi.

Il 54% dei Millennials, per lo shopping online, preferisce le applicazioni specifiche dell’azienda scaricate da un app store piuttosto che i siti web aziendali. Il 62% ritiene che le applicazioni mobile specifiche dell’azienda assicurano una migliore esperienza utente rispetto alle prestazioni di un sito web. In UK anche questa percentuale è più elevata con il 71% dei Millennials che ha indicato le mobile app come preferenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore