e-Biscom e FastWeb, è fusione

Aziende

I rispettivi consigli di amministrazione hanno deliberato la fusione
delle due società. Un’operazione che porterà a significativi benefici
fiscali.

Entro la fine del 2004 verrà portata a termine l’operazione di fusione tra e-Biscom e FastWeb, che diverrà effettiva a partire dal 2005. Nessun cambio di nome, che rimarrà e-Biscom, come anche i servizi rilasciati fino ad oggi da FastWeb, rimarranno con il marchio di origine. Questa incorporazione produrrà, secondo i vertici delle due aziende, benefici fiscali rilevanti, per circa 68 milioni di euro. Cifra che deriva dal riconoscimento a fini fiscali di un disavanzo da annullamento della partecipazione di FastWeb conseguente alla fusione, valutato in circa 207 milioni, alla quale viene applicata una aliquota del 33%. L’operazione fa parte di un più ampio riassetto di e-Biscom, avviato nel 2002, che vede l’azienda sempre più impegnata nelle comunicazioni a larga banda su rete fissa. Ciò non comporta modifiche o cambiamenti sia rispetto alle attività che alla strategia finora adotatte da e-Biscom.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore