È più debole la minaccia hacker alle reti governative

CyberwarSicurezza

A livello mondiale le intrusioni diminuiscono di un terzo

Uno studio dellagenzia inglese mi2g ha rivelato che gli attacchi hacker sulle reti governative di computer sono in diminuzione in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, per esempio, le intrusioni attestate nelle reti governative sono passate da 386 nel 2001 a 162 in questi primi dieci mesi del 2002. A livello mondiale, si registrata una diminuzione di un terzo, dalle 2.031 intrusioni del 2001 alle 1.400 di oggi. Lo studio stato presentato il giorno dopo lincriminazione dellinglese Gary McKinnon per lattacco a 92 computer della rete militare e della NASA da parte del Dipartimento di Giustizia statunitense, e dopo che il Congresso ha approvato lo stanziamento di 903 miliardi di dollari per potenziare la sicurezza delle reti. Cos come ci muoviamo nella guerra contro il terrorismo, per noi di fondamentale importanza rendere sicuro il cyberspazio ha dichiarato Nick Smith, membro del congresso del Michigan, dopo lapprovazione del Cyber Security Research and Development Act. Gli hacker che attaccano le reti governative sono una gocce nelle statistiche dei crimini violenti. Ciononostante i politici ne parlano come se tutti fossero sotto assedio ha scritto Oxblood Ruffin, fondatore del gruppo Hacktivismo , in une-mail. La minaccia viene sempre esagerata, in realt vengono minate le libert civili, questo il reale campo di battaglia. Lo USA Patriot Act, firmato dal Presidente Bush lo scorso ottobre, rende pi facile che mai per le autorit federali il controllo delle e-mail, delle conversazioni telefoniche, dei messaggi vocali, persino della navigazione in internet. anche prevista la reclusione fino a cinque anni per accessi non autorizzati ai computer. Questanno, comunque, se diminuito il numero di intrusioni nelle reti governative, il numero totale di attacchi mondiali cresciuto dai 31.322 nel 2001 ai 64.000 registrati finora nel 2002.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore