È ufficiale: Nokia acquista Alcatel-Lucent per 15,6 miliardi di euro

AcquisizioniAziende
Affare fatto: la finlandese Nokia ha acquisito la francese Alcatel - Lucent. Nasce il più grande gruppo europeo del networking e apparecchiature Tlc
1 1 Non ci sono commenti

Affare fatto: la finlandese Nokia ha acquisito la francese Alcatel – Lucent. Nasce il più grande gruppo europeo del networking e apparecchiature Tlc

L’accordo c’è: la finlandese Nokia ha ufficializzato l’acquisizione della francese Alcatel – Lucent per 15,6 miliardi di euro. Nasce il più grande gruppo europeo di networking e apparecchiature Tlc con 114.000 dipendenti e manterrà il nome di Nokia, ma la Francia rimarrà centro nevralgico con i centri R&D di Villarceaux e Lannion (che non subiranno tagli). Il 33.5% della nuova entità rimarrà nelle mani di Alcatel, mentre Nokia avrà il controllo del 66.5%, alla conclusione dell’Ope (public exchange offer).

La nuova società, frutto della combinazione di Nokia ed Alcatel – Lucent, avrà un market share del 35% del mercato globale del wireless, secondo solo alla svedese Ericsson con il 40%, ma prima di Huawei al 20%, secondo Bernstein Research.

La realtà risultante ha un giro di affari da 26 miliardi di euro, in linea con Ericsson, mentre Huawei vale circa 10 miliardi di euro di più.

Affare fatto: la finlandese Nokia ha acquisito la francese Alcatel - Lucent. Nasce il più grande gruppo europeo del networking e apparecchiature Tlc
Affare fatto: la finlandese Nokia ha acquisito la francese Alcatel – Lucent. Nasce il più grande gruppo europeo del networking e apparecchiature Tlc

La transazione, che avverrà tramite un’offerta pubblica di acquisto e scambio per 0,55 euro per azione, verrà finalizzata entro la prima metà del 2016. Il nuovo gruppo prevede tagli di costi operativi per 900 milioni di euro per la fine del 2019.

Alcatel-Lucent è un gruppo valutato 11 miliardi di euro. Nokia è valutata 29 miliardi di euro. Alcatel-Lucent ha circa 6.000 dipendenti in Francia su un totale di 52.000 globali. Nokia conta 62.000 dipendenti.

Alcatel è specializzata nelle infrastrutture di rete 4G e Lte, asset che permetrerebbero a Nokia di competere meglio con la svedese Ericsson, che sta già testando il 5G. Ma il nuovo gruppo risultante dall’operazione potrà meglio competere anche con la cinese Huawei e l’americana Cisco.

La transazione è ottima sia in termini di sinergia di prodotti che di complementarietà sotto il profilo geografico. Negli USA Alcatel-Lucent è fornitori di AT&T e Verizon, e ciò aprirebbe le porte degli Stati Uniti a Nokia. Il nuovo gruppo è molto competitivo per affrontare la globalizzazione dei mercati.

Sia Nokia che Alcatel-Lucent sono uscite di recente da due pesanti ristrutturazioni. Nokia, con sede a Espoo in Finlandia, ha ceduto un anno fa a Microsoft la divisione dei telefoni cellulari e degli smartphone Lumia, per oltre 5 miliardi di dollari (l’azienda di Redmond ha poi licenziato 18 mila dipendenti). La ristrutturazione di Alcatel-Lucent ha invece tagliato 10 mila posti di lavoro, oltre a dismissioni per 600 milioni di euro.

– Leggi anche Techweek: Nokia compra Alcatel-Lucent: forte consolidamento nel mercato delle reti

– Conoscete la storia di Nokia? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore