eBay e le piccole imprese

E-commerceMarketing

Dopo le aste online, anche prodotti venduti a prezzo fisso

Dopo aver praticamente sbaragliato la concorrenza nel mercato delle aste online, eBay Italia si rivolge anche al mercato dell’ecommerce tradizionalmente inteso, con l’intento di attrarre le piccole imprese. A fianco delle tradizionali aste online, dove il prezzo finale dell’oggetto è determinato dalle offerte dei potenziali acquirenti, eBay offre strumenti per vendere oggetti a prezzo fisso; ogni utente può allestire un vero e proprio negozio virtuale, dove inserire agevolmente il materiale che intende vendere. L’aggiornamento avviene comodamente tramite software gratuito scaricabile da eBay. Per i pagamenti eBay supporta Paypal, lo strumento per inviare piccole somme di denaro; esiste anche un servizio (Escrow!) di deposito a garanzia: una volta comprato l’oggetto, l’acquirente invia il denaro a Escrow!, che informa il venditore al momento della ricezione; a questo punto il venditore può procedere alla spedizione dell’oggetto. Le eventuali controversie che possono nascere per malintesi tra venditori e acquirenti vengono risolte tramite Arbitrionline, servizio offerto gratuitamente qualora gli utenti decidano di ricorrere alla negoziazione, a pagamento qualora si ricorra alla mediazione di un arbitro neutrale. Per agevolare le spedizioni degli oggetti, eBay ha stipulato accordi con il corriere Dhl e con eBoost, società del gruppo Poste Italiane, con sconti fino al 30%. A gennaio eBay ha totalizzato circa 3 milioni di visitatori unici per oltre 265 milioni di pagine viste (dati Nielsen NetRatings).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore