eBay sotto accusa

AccessoriWorkspace

Comincerà a breve nella aule della corte distrettuale di New York la causa tra eBay e Tiffany & Co

Comincerà a breve nella aule della corte distrettuale di New York la causa tra eBay e Tiffany & Co. La casa d’aste era stata denunciata dalla nota catena di gioiellerie con l’accusa di favorire tramite la sua piattaforma la vendita di prodotti “Tiffany” contraffatti. Un paio di anni fa l’azienda del lusso aveva infatti indagato su circa 200 annunci sospetti in cui erano stati messi all’asta dei prodotti “marchiati” Tiffany che dopo le opportune verifiche, per due terzi si sono risultati falsi. La catena di gioiellerie ha così chiesto a eBay di rimuovere queste e altre 1.000 inserzioni sospette senza però ottenere un risposta efficace. A questo punto Tiffany & Co. ha denunciato la casa d’aste. Se la causa non si dovesse concludere a favore di eBay, quest’ultima dovrebbe modificare in modo drastico le sue politiche e i suoi regolamenti che escludono responsabilità in merito al contenuto delle transazioni che avvengono tramite il suo servizio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore