Ristrutturazione e break up, il futuro di eBay

AziendeMarketing
eBay verso il break up
2 0 Non ci sono commenti

eBay taglia il 7% della forza lavoro e prepara il break up in tre aziende. Fra i potenziali compratori, spiccano colossi come Alibaba, Amazon e Google

eBay va verso il break up in tre diverse aziende: ogni business sarà libero di scegliere le sue alternative. L’unità enterprise si avvia verso la vendita o l’Ipo. L’azienda dell’e-commerce e l’unità dei pagamenti PayPal potrebbero essere acquisite: fra i potenziali compratori spiccano colossi come Alibaba, Amazon e Google. Anche Wal-Mart Stores è interessata ad entrare nell’e-commerce e lanciare una piattaforma di pagamenti. Potrebbero essere interessate a eBay Enterprise, aziende come Salesforce, IBM, Demandware, Adobe o la startup Bigcommerce.

Ma andiamo con ordine. Innanzitutto la decisione è frutto dell’accordo con Carl Icahn – l’investitore attivista che ha fatto pressione per lo split up-, il cui rappresentante entra nel board insieme ad altri due nuovi membri.

Intanto eBay taglia il 7% della forza lavoro: gli esuberi riguardano 2400 dipendenti. La decisione è stata presa dal Ceo John Donahoe a causa di deboli previsioni per il 2015, dopo un quarto trimestre non esaltante.

Dallo spin off dell’unità dei pagamenti di PayPal, prevista nella seconda metà dell’anno, nasceranno due aziende standalone, quotate, che potrebbero valere più dell’entità originaria. PayPal diventerà un business separato: l’unità, una volta liberata, cercherà alleanze e compete nel mercato dei pagamenti online e mobili.

eBay inoltre cederà o preparerà un’offerta pubblica di eBay Enterprise, l’unità acquisita per 2.4 miliardi di dollari quattro anni fa.

Il titolo di eBay ha guadagnato il 3.5% in seguito all’annuncio.

eBay ha archiviato il quarto trimestre, quello dello shopping natalizio, in maniera deludente: la crescita delle vendite pari al 9% a 4.92 miliardi di dollari è la più bassa dal 2010. Ma il 2014 è stato un anno positivo per l’e-commerce secondo ComScore. Amazon a dicembre ha registrato un incremento del 22%. I ricavi di PayPal sono saliti del 18% a quota 2.16 miliardi di dollari nel quarto trimestre. L’unità marketplace di eBay è cresciuto dell’1% a 2.33 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore