e.biscom: principali risultati conseguiti al 30 settembre 2003

Workspace

Nel 2006 attesi ricavi per oltre 1.100 milioni di euro, un mol
consolidato superiore a 500 milioni di euro, e più di 800.000 clienti.

Come riporta una nota ufficiale, il Consiglio di Amministrazione di e.Biscom ha approvato ieri la relazione trimestrale al 30 settembre 2003. Nei primi nove mesi dell’anno e.Biscom ha riportato ricavi consolidati per 385,8 milioni di Euro, con un incremento del 70% rispetto ai 228,8 milioni di Euro del periodo gennaio-settembre 2002. Il terzo trimestre si è chiuso con ricavi consolidati per 148,4 milioni di Euro, in aumento del 75% (o di 63 milioni di Euro) rispetto agli 85,5 milioni di Euro del terzo trimestre 2002. In significativa crescita anche i margini. Nei primi nove mesi dell’anno e.Biscom ha riportato un MOL consolidato di 71,9 milioni di Euro, che si confronta con i 36,9 milioni di Euro del periodo gennaio-settembre 2002. Nel terzo trimestre il MOL consolidato di e.Biscom si è attestato a 35 milioni di Euro, in aumento di 38,3 milioni di Euro rispetto al terzo trimestre 2002. Al 30 settembre 2003 i clienti avevano raggiunto quota 290.200, più che raddoppiati rispetto ai 131.500 del 30 settembre 2002 e così suddivisi: 46.300 clienti businessdi cui 1.050 tra medie e grandi imprese e 45.250 tra piccole imprese e SOHO e 243.900 clienti residenziali. Nel terzo trimestre, tendenzialmente il periodo dell’anno a più bassa stagionalità, sono stati sottoscritti 41.200 nuovi abbonamenti, in crescita del 49% rispetto al terzo trimestre 2002 e del 14% rispetto al secondo trimestre 2003. La disponibilità di tutti i servizi televisivi anche su DSL, l’arricchimento dell’offerta di contenuti on Demand e la trasmissione in diretta delle partite di calcio hanno contribuito a incrementare sensibilmente il numero di abbonati ai servizi video: nel terzo trimestre 2003 la percentuale di nuovi clienti residenziali che ha sottoscritto l’opzione TV è infatti salita al 70% dal 41% di marzo 2003. Nel mese di settembre l’ARPU (Ricavo Medio per Utente) residenziale di e.Biscom è salito a 865 Euro annui rispetto ai 791 Euro di settembre 2002. Un risultato cui ha contribuito sia l’incremento dell’ARPU proveniente dai servizi di telecomunicazione (passato dai 779 Euro annui di settembre 2002 agli 807 Euro di settembre 2003) sia l’aumento degli abbonati ai servizi video, che hanno progressivamente accresciuto il loro peso sulla base clienti migliorando nel contempo anche l’ARPU (passato dai 78 Euro annui di settembre 2002 ai 272 Euro di settembre 2003). Il terzo trimestre 2003 si è chiuso con un risultato consolidato netto di 54,8 milioni di Euro, in miglioramento rispetto ai 67,9 milioni di Euro del terzo trimestre 2002. Nei primi nove mesi dell’anno gli investimenti tecnici sono stati pari a 343,7 milioni di Euro rispetto ai 485,5 milioni di Euro del corrispondente periodo 2002. Al 30 settembre le disponibilità finanziarie di e.Biscom, che recepiscono le nuove risorse derivanti dalla cessione di HanseNet, ammontavano a 608,8 milioni di Euro, di cui 355,9 milioni di Euro fra liquidità e fondi depositati a garanzia e 252,9 milioni di Euro di linee di credito aperte. Al 30 settembre il Gruppo (escluso l’organico di HanseNet ed e.BisNews) contava 1.430 addetti, con un indotto di oltre 2.500 persone impegnate a tempo pieno nelle attività di vendita, customer care, sviluppo rete e collegamento clienti. Nel terzo trimestre dell’anno FastWeb ha contribuito ai risultati consolidati di e.Biscom con 118,7 milioni di Euro di ricavi, praticamente raddoppiati rispetto ai 61,7 milioni di Euro del terzo trimestre 2002, e un MOL di 34,5 milioni di Euro, più che quintuplicato rispetto ai 6,2 milioni di Euro del terzo trimestre 2002. Sempre nel terzo trimestre HanseNet ha contribuito con 25,5 milioni di Euro di ricavi e un MOL di 4,3 milioni di Euro. A partire dal 1° ottobre HanseNet non è più inclusa nel consolidamento di e.Biscom.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore