Ecco il pc open source made in Italy

Aziende

Compulab ha presentato Openpc basato su Linux e applicativi open source. Sarà in vendita da giugno

Si chiama Openpc, lo ha realizzato Compulab, è stato presentato in occasione del Forum PA di Roma, ed è i primo personal computer interamente basato su software open source. Openpc è completo del sistema operativo Linux nella versione Suse 9.3 in italiano, del software per la gestione della posta elettronica Evolution 2.0, del browser Firefox 1.0, della suite di applicazioni per la produttività personale Openoffice.org 2.0. Il pacchetto di applicazioni si completa con una serie di altri software tra cui quelli per la manipolazione delle immagini digitali, per la gestione di telefonate su rete Ip, per la protezione da virus e spam. Compulab ha messo a punto una soluzione in grado di sostituire un sistema tradizionale utilizzando hardware di produzione Hewlett-Packard e offrendola in anteprima elle Pubbliche Amministrazioni locali e centrali al prezzo di 780 euro (valido per le prime cinquecento unità), a partire da giugno Openpc sarà liberamente in vendita a un prezzo comunque inferiore ai mille euro e dopo l’estate verrà affiancato anche da due modelli portatili. L’iniziativa di Compulab gode del sostegno di Novell-Suse e della comunità italiana dell’Open source. Il primo modello è stato acquistato dalla Finanziaria laziale di sviluppo (Filas).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore