Ecco Windows 8 per gli sviluppatori

Dispositivi mobiliManagementMarketingMobilitySistemi OperativiWorkspace

Esce Windows 8 Developer Preview. In download dal nuovo Windows Developer Center per chi dispone di Windows Live ID

Dopo aver illustrato Windows 8 in un atteso keynote in California, alla Build Conference, Microsoft rilascia per gli sviluppatori Windows 8 Developer Preview. Da scaricare dal nuovo Windows Developer Center per chi dispone di Windows Live ID. Si tratta di un’anteprima che ancora non supporta i chip ARM, ma sarà disponibile nelle versioni a 32-bit (clicca qui per scaricare la developer preview) e a 64-bit per Pc con architettura x86. Windows 8 invece apre ai chip Arm (come la demo ha dinostrato), Nvidia, Qualcomm, anche se il primo Samsung tablet con Windows 8 per ora è motorizzato con chip Intel. La preview sarà disponibile con i tool del nuovo Visual Studio ed Expression, o solo le nude .iso. Non è richiesta l’attivazione, basta scaricare ed installare, ma non c’è il supporto.

Windows 8 è il primo sistema operativo di Microsoft, nativo sia per tablet multitouch che per desktop. Con Windows 8 Microsoft reinventa Windows: l’OS rappresenta il più radicale upgrade della piattaforma di Microsoft, con grande enfasi sugli input touch, integrazione con i servizi cloud, e nuove modalità di applicazioni per condividere funzionalità con altri.

Microsoft ha sfruttato la Build developer conference di Anaheim per offrire il quadro più dettagliato di ciò che bisogna attendersi con la prossima versione di Windows. Il sistema operativo è stato realizzato per scalare dai più piccoli tabletai Pc standard tradizionali, fino ai server con centinaia di  processori. Lo ha detto Steven Sinofsky, vice presidente della divisione Windows di Microsoft.

Fra le funzionalità chiave c’è una nuova interfaccia utente che assomiglia fortemente a quella di Windows Phone 7, mentre il nuovo modello  di programmazione permette agli sviluppatori di costruire applicazioni che girano su ARM e su versioni di x86 di Windows 8. La nuova interfaccia  basata sui Tile, nota come Metro, era già stata mostrata in precedenza, tutta Microsoft conferma ora che sarà l’intefaccia standard per Windows 8, mentre le applicazioni esistenti, tradizionali, gireranno in un opzionale ambiente desktop stile Windows 7.

Metro eredita l’approccio dei live tiles da Windows Phone, cosicché la nuova schermata iniziale o start screen di Windows 8 è “molto di più che un launcher“, secondo quanto ha detto Jensen Harris, direttore del programma management per la Windows Experience. “Ogni tile rappresenta un’app che vive con le attività, rappresentando gli RSS feed ed altri update, così l’utente è sempre aggiornato su ciò che sta accadendo. E non c’è bisogno di aprire un’app per vedere nuove email o messaggi” continua Harris.

Microsoft assicura che la nuova interfaccia funziona bene sia con lo sfioramento delle dita (l’input touch) sia con il pennino (stylus input) che con le tradizionali tastiera/mouse. “Il Touch sarà ubiquo in Windows 8, ma non significa che tastiera e mouse debbano andare in pensione” continua Harris.

Windows 8 inoltre offre alle applicazioni un nuovo modo di interagire più da vicino, in modo tale che le funzionalità disponibili in una possano dare accesso alle altre. Si tratta dello “share contract“, che secondo la definizione di Microsoft, per esempio, permetterà a un’app di posta elettronica di consentire di inviare immagini da Flickr con un singolo click.

La start screen di Windows 8
La start screen di Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore