Eco-tech, Greenpeace premia Nokia e Apple e boccia Nintendo

Workspace

Nella eco-guida di greenpeace il vendor giapponese di console e videogiochi Nintendo risulta ultimo, mentre il produttore finlandese di telefonini Nokia è primo

Greenpeace ha redatto la nuova eco-guida per dare i voti al Green It, o meglio alla scarsa eco-sostenibilità di tanta tecnologia (poco eco-tech). Dalla nuova eco-guida risulta che Nokia, il produttore finlandese di telefonini, è primo, mentre il vendor giapponese di console e videogiochi Nintendo è ultima.

Niente di nuovo sotto il sole, perché anche la penultima edizione premiava Nokia e bocciava Nintendo.

Nokia merita 7,5 punti su 10, perché “resta al primo posto con un buon punteggio sull’eliminazione di sostanze tossiche, efficienza energetica e riciclaggio“.

Al secondo posto (6,9 punti) si piazza la sudcoreana Samsung che “sostiene un forte accordo globale per salvare il clima”, seguita al terzo (6,5) dalla nippo-svedese Sony Ericsson, per “l’impegno nell’eliminazione di sostanze tossiche e nell’efficienza energetica”. In evoluzione sono l’olandese Philips, l’americana Apple (“diventa il produttore di pc più progredito, rimuovendo le sostanze tossiche dai suoi prodotti“) e le nipponiche Toshiba e Sony.

In discesa sono invece Lg Electronics (11esimo posto) a causa del “ritardo nell’eliminazione di sostanze tossiche”, la taiwanese Acer “per i pochi prodotti che eccedono i nuovi standard di efficienza energetica”, mentre è ultima (18esimo posto)la giapponese Nintend o, perché “le emissioni di gas serra continuano ad aumentare”. A essere la numero uno delle console, con Wii e Ds, Nintendo paga il troppo successo sul mercato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore