Eito vede la ripresa nel 2010

Workspace

Calma piatta nelle Tlc, ma comunicazione Internet e mobile in crescita; in picchiata vendite Pc, hardware ed elettronica di consumo. Ma sono in crescita console, lettori Blu-ray e set-top-box digitali per le Tv. I dati dell’Osservatorio dell’Itc europeo

Come Gartner nel mercato Pc , anche Eito (European Information Technolgy Observatory) vede la ripresa nel 2010. In sintesi Eito afferma che l’hardware soffre ancora, ma il mercato della comunicazione Internet e mobile avanza, e le aziende che sapranno meno agganciarsi alla ripresa, saranno quelle che più hanno tagliato la spesa IT. Per cogliere la ripresa al volo, servono dunque progetti IT.

Eito prevede un declino dell’1.7% nelle vendite di prodotti Ict e servizi in zona Ue nel 2009 a quota 716.6 miliardi di dollari. Ma l’inversione di tendenza arriverà nel 2010, con una lieve ripresa di appena lo 0.3% a quota 718.6 miliardi di euro. Il Chairman di Eito Bruno Lamborghini afferma che i mercati IT e Tlc si stanno comportando meglio di altr i disastrati settori dell’economia. La commissione europea e Oecd anticipano che il Pil Ue (GDP) si contrarrà del 4% quest’anno.

Secondo Eito, il mercato delle Tlc Ue si attesterà su i 362 miliardi di euro, con un calo dello 0.1% nel 2009: sostanzialmente, si stima calma piatta nelle Tl c. I servizi di telefonia fissa arretreranno del 6.8% a quota 70.2 miliardi di euro. Lamborghini osserva il passaggio dal fisso al mobile.In pieno boom sono wireless e accesso a Internet in banda larga (quest’ultimo in crescita del 7.2% nel 2009 a 36.3 miliardi di dollari). Stagnazione, invece, nel mercato mobile a quota 109 miliardi di euro, nonostante l’aumento di utenti (ma la competizione è forte e taglia le tariffe). Il mercato tlc, grazie al segmento mobile, crescerà dell’1.0% nel 2010 e raggiungerà i 365.7 miliardi di euro.

Il mercato IT contrarrà, invece, il volume del 2.2% nel 2009 a quota 296 miliardi di eur o, a causa del calo del 6.6% delle vendite dell’hardware IT a 85.7 miliardi di euro. Meno severo è il declino nel mercato Software e servizi IT, in calo di un modesto 0.3% a 210.4 miliardi di euro. I mercati del manifatturiero e auto, su cui l’impatto della crisi è stato durissimo, compreranno meno, ma saranno compensati dal settore pubblico (PA) e utilities che stanno allargando i cordoni della borsa. Lamborghini: Le imprese stanno diventando più selettive nella spesa, ma cercano l’efficienza IT per risparmiare sui costi. L’outsourcing crescerà infatti del 5% a quota 65.8 miliardi di euro.Nel 2010 il mercato IT market crescerò dello 0.6% a 297.9 miliardi di euro.

Infine, Eito dà uno sguardo al mercato del consumer electronics digitale: la flessione sarà dell’8.2% sui volumi di vendita a 58.5 miliardi di euro. EITO prevede, in particolare, che le vendite di Tv piatte raggiungeranno i 42 milioni di unità: nel 2009 l’erosione dei prezzi farà calare i ricavi del 10.3% a quota 26.3 miliardi di euro. In declino sono anche le vendite di fotocamere digitali, lettori MP3 players e navigatori satellitari. In controtendenza sono invece le vendite, con segno più, di lettori Blu-ray, set-top TV box digitali e console di gioco.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore