Elettrodata sulla breccia dell’onda

AziendeMercati e Finanza

L’anno fiscale 2006 si chiude con un fatturato di 120 milioni di euro per
Elettrodata, in leggero calo rispetto al 2005, ma con margine lordo e indicatori
finanziari in miglioramento

Elettrodata chiude l’anno fiscale 2006 con un fatturato superiore ai 120 milioni di euro, in leggera flessione rispetto al 2005 nonostante l’aumento del 12% dei volumi di vendita (superiore alla crescita del mercato), con un significativo miglioramento del margine lordo e degli indicatori finanziari. Roberto Coppari, direttore generale di Elettrodata, commenta positivamente i risultati conseguiti. Le operazioni finanziarie, in linea con la normativa Basilea II, e l’aumento del numero dei cash &carry realizzati lo scorso anno, permetteranno, sostiene Coppari, di affrontare il 2007 e gli anni successivi con adeguati strumenti per competere e crescere sul mercato. Elettrodata ha siglato accordi con Hp e Toshiba per i notebook, con Logitech per le periferiche e con alcuni marchi emergenti, tra i quali HannSpree per i prodotti audio video; è inoltre entrata in mercati adiacenti al suo business tradizionale, grazie all’accordo con British Telecom per la distribuzione dei servizi di connettività. L’anno scorso Elettrodata è stata tra coloro che hanno contribuito, in collaborazione con Microsoft, al lancio del sistema operativo Windows Vista e della suite Office 2007. L’intera gamma di computer fissi Samara, e portatili Nevada, utilizza il nuovo sistema operativo Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore