Elio Catania nominato presidente di Confindustria Digitale

AziendeManagementMarketingNomine
Elio Catania (Confindustria Digitale): Digitalizzare il Paese è priorità per crescere
1 1 1 commento

Rinnovati gli organi direttivi della federazione delle aziende dell’Ict. Elio Catania è il nuovo presidente di Confindustria Digitale, al posto di Stefano Parisi

Elio Catania succede a Stefano Parisi, giunto alla scadenza del suo mandato. Il nuovo presidente di Confindustria Digitale è Elio Catania. L’assemblea di Confindustria Digitale ha eletto gli organi direttivi che guideranno la rappresentanza delle aziende dell’Information & Communication Technology (Ict) per il prossimo biennio.

Catania, ingegnere con esperienza manageriale alle spalle, alla guida di grande imprese nazionali e multinazionali, ha commentato così la sua nomina: “Priorità oggi è ritrovare la via della crescita. Le nuove tecnologie Ict rappresentano il fondamentale strumento di trasformazione, competitività e sviluppo per le imprese e per il Paese. Su questo è necessario che la leadership maturi piena consapevolezza. In tale direzione Confindustria Digitale rinnova il suo forte impegno, sostenendo il Governo nell’attuazione dell’Agenda Digitale”.

Siedono nel nuovo Consiglio generale, oltre al Presidente Elio Catania, ai Vice Presidenti Cesare Avenia (Assotelecomunicazioni-Asstel), Alberto  Costamagna (Assocontact) Cristiano Radaelli (Anitec) e al past-president Stefano Parisi: Gianluca Baini (Alcatel Lucent), Fabio Benasso (Accenture), Mirko Bianchi (Asso.it), Roberto Boggio (Transcom Worldwide), Renato Brunetti (Aiip), Alberto Calcagno (Fastweb), Massimo Canturi (Comdata), Antonio Caroppo (Sielte), Paolo Castellacci (Gruppo Sesa), Oscar Cicchetti (Telecom Italia), Gianluca Cimini (Bt Italia), Domenico Favuzzi (Exprivia), Pietro Guindani (Vodafone Omnitel), Maximo Ibarra (Wind), Giovanni Linzi (IBM Italia), Giorgio Mosca (Selex-Es), Carlo Purassanta (Microsoft), Salvatore Paparelli (Sony), Dina Ravera  (H3g), Agostino Santoni (Cisco), Alberto Tripi (Almaviva) Stefano Venturi (Hewlett Packard).

Elio Catania, Presidente Assinform, alla presentazione del 2° Osservatorio Assinform sull’ICT nella Pa, aveva denunciato che la spesa ICT complessiva della PA Centrale e Locale tra 2007 e 2013 ha segnato un declino medio annuo prossimo ai 3 punti percentuali, addirittura del 4,3% nel 2012.

Stefano Parisi, allora ai vertici di Confindustria Digitale, aveva invocato un digital compact in Europa, per spingere i Paesi verso l’innovazione, dal momento che ogni euro di investimento nel settore ICT è in grado di generare un incremento sul PIL nazionale pari a 1,45 euro. L’estensione della fatturazione elettronica a regioni e comuni, i pagamenti elettronici e il fascicolo sanitario elettronico, possono generare 8-10 miliardi di euro di risparmi “della macchina pubblica”. Ma, secondo Francesco Caio, ex Mister Agenda Digitale sotto il governo Letta, i risparmi apportati dall’Agenda digitale ammonterebbero a 30-35 miliardi di euro.

Elio Catania nominato presidente di Confindustria Digitale
Elio Catania nominato presidente di Confindustria Digitale
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore