Emanata la direttiva per la conoscenza e luso del dominio internet .gov.it.

Marketing

Ormai esistono tutti i presupposti per una presenza della P.A. on line qualificata ed efficiente.

Il 30 maggio 2002 cos come preannunciato dal Ministro per lInnovazione e le Tecnologie stata emanata dal Presidente del Consiglio dei Ministri una direttiva per la conoscenza e luso del dominio internet .gov.it e lefficace interazione del portale nazionale italia.gov.it con le pubbliche amministrazioni e le loro diramazioni territoriali. La direttiva costituisce una logica conseguenza dellacquisizione del nuovo dominio di secondo livello .gov.it e della creazione del portale della P.A. gi attivo allindirizzo www.italia.gov.it. Nonostante sia passato non molto tempo (qualcosa pi di un anno) dallemanazione della direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri datata 13 marzo 2001 (pubblicata su G.U. – Serie Generale- n. 65 del 19 marzo 2001) avente per oggetto le linee guida per lorganizzazione, lusabilit e laccessibilit dei siti Web delle Pubbliche Amministrazioni, la stessa Presidenza del Consiglio su input del Ministro Stanca ha ritenuto opportuno emanare unaltra direttiva sullargomento. In effetti il quadro generale della presenza della P.A. on line cambiato completamente. Allepoca (il 13 marzo 2001) il portale della P.A. era solo un miraggio, mentre oggi grazie alliperattivit del nuovo Ministero per lInnovazione una realt che pu arricchirsi con il passare del tempo di nuovi ed utili contenuti. Naturalmente anche i siti delle pubbliche amministrazioni si sono evoluti notevolmente e come noto il portale della P.A. dovr garantire lorganizzazione dei contenuti informativi ospitati nel rispetto di uno schema logico che indirizzer il cittadino allutilizzo dei servizi digitali offerti dalla P.A. centrale e locale.[ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore