EMC: il piano di acquisizione di VMware

Aziende

Firmato l’accordo definitivo per l’acquisizione di VMware, società di
Palo Alto a partecipazione privata e in rapida crescita, leader mondiale
nel software di virtualization computing basato su Intel.

Il costo della transazione è stato valutata circa 635 milioni di dollari. L’acquisizione è soggetta alle normali condizioni di chiusura, che include l’approvazione degli azionisti, e si prevede che verrà completata nel primo trimestre del 2004. L’acquisizione di VMware svolgerà un ruolo fondamentale nella strategia di EMC per aiutare i clienti a ridurre i costi e a semplificare le operazioni utilizzando tecnologie di virtualizzazione per infrastrutture IT eterogenee con lo scopo di creare un unico pool di risorse storage e di computing sempre disponibili. Questa Virtual Information Infrastructure consentirà alle organizzazioni di configurare e riconfigurare dinamicamente i propri ambienti di elaborazione e storage senza tempi morti e sulla base delle specifiche esigenze aziendali attuali e future. EMC è sicura che la leadership di VMware nella virtualizzazione server insieme alle innovative soluzioni EMC di virtualizzazione dello storage, costituiranno solide fondamenta per le soluzioni di information lifecycle management di prossima generazione. La tecnologia di VMware consente a differenti sistemi operativi – inclusi Microsoft Windows, Linux e NetWare – di operare simultaneamente e indipendentemente sullo stesso server o workstation basati su Intel e di spostare dinamicamente applicazioni attive attraverso i sistemi, senza dover interrompere le operazioni. Queste macchine virtuali si integrano facilmente all’interno di infrastrutture e strumenti per la gestione che già esistono, consentendo agli utenti di controllare la disponibilità delle risorse mentre gli amministratori gestiscono e ottimizzano le risorse per l’intera azienda. Una volta completata l’acquisizione, EMC prevede un esborso di circa 15-20 milioni di dollari nel primo trimestre 2004 per i costi correnti di ricerca e sviluppo di VMware ed altre spese di integrazione. Includendo le spese sopra citate, si prevede che la transazione verrà diluita nel primo trimestre 2004, con 0,01 dollari diluiti per azione, e senza alcun impatto EPS per tutto l’anno fiscale 2004. EMC prevede inoltre che l’acquisizione di VMware porterà ad un aumento degli utili pari a 0,01 dollari per azione nell’anno fiscale 2005. Una volta completata l’acquisizione, EMC intende rendere operativa VMware come filiale software di EMC, con sede a Palo Alto, California, guidata dall’attuale Presidente e CEO, Diane Greene. VMware rimarrà focalizzata nello sviluppo, nella vendita e nei servizi di prodotti e soluzioni WMware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore