Emc propone lo storage flessibile

CloudServer

Si chiama OpenScale la soluzione per disporre di spazio di memorizzazione
come e quando serve, pagando solo quello che si utilizza

Il produttore di soluzioni per lo Storage di rete Emc, propone la soluzione OpenScale per la delivery di capacità on-demand. L’offerta è indirizzata a tutte le aziende che cercano maggior flessibilità per le proprie esigenze di storage, investendo solo il denaro strettamente necessario alle proprie esigenze. OpenScale mette a disposizione fatturazione completamente automatizzata per una infrastruttura completa San o Nas [storage area network/network-attached storage], ed è disponibile per tutte le piattaforme Emc, per array tradizionali direct attached storage, sia in ambiente mainframe sia open system. Con OpenScale la capacità storage aggiuntiva viene predefinita d’accordo con il cliente. Quando questa capacità si rende necessaria, il cliente può utilizzare questo buffer di capacità secondo le proprie esigenze. Il consumo della capacità buffer è misurato attraverso un software di Emc, che invia on line i dati di utilizzo a un data warehouse centrale che contiene i dati e i prezzi concordati contrattualmente. Il cliente riceve quindi la fattura senza intervento da parte del fornitore o dello staff It del cliente stesso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore