Emendamenti alla Finanziaria 2003

Aziende

Ridotti i contributi per lalta tecnologia e bocciati alcuni provvedimenti che sostenevano il Software Libero nella PA

La Camera dei deputati ha approvato un emendamento del governo alla finanziaria che stanzia 20 milioni di euro nel 2003 per sostenere il digitale terrestre e internet, mentre originariamente larticolo 48 (ex 44) del disegno di legge della finanziaria prevedeva un fondo di 31 milioni di euro. Le agevolazioni per i cittadini restano immutate 75 euro per persone fisiche e persone giuridiche che acquistano un decoder per la larga banda e internet. Il contributo invece di 150 euro se si tratta di un apparato capace di ricevere anche la nuova tecnologia digitale per la televisione (per persone fisiche, pubblici esercizi e alberghi). Sono stati invece bocciati alcuni emendamenti che riguardavano lintroduzione dellopen source nelle pubbliche amministrazioni, proprio mentre veniva istituita una Commissione apposita . Il parlamentare Pietro Folena, promotore e firmatario di questi emendamenti ha affermato Sono convinto che il Ministro abbia ottime intenzioni su questo fronte, ma n il Governo, n la sua maggioranza sembrano realmente intenzionati a perseguire lobiettivo di liberare lo Stato dal monopolio informatico. Ieri alla Camera ne abbiamo avuto conferma – ha sottolineato Folena – poich nessuno degli emendamenti da noi presentati stato accolto, alle-government stata destinata la miseria di 100 milioni di euro, tagliando sugli stessi fondi per linformatica, e il Ministro non era neppure presente in Aula. Forse non era in sintonia con le decisioni adottate dalla maggioranza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore