Emi. Che il p2p sia lodato

AccessoriWorkspace

Sebbene siano ancora freschi i ricordi per il botta e risposta fra Hollywood
e The Pirate Bay, l’annuncio di Emi mette un altro punto a favore del
file-sharing legale

LOS ANGELES, CA (USA). Le reti di peer-to-peer autorizzate sono ancora pochissime. A queste, però, adesso si aggiunge quella utilizzata dalla Emi per veicolare le proprie produzioni in maniera del tutto legale. Emi Group, infatti, ha annunciato che metterà il proprio catalogo musicale a disposizione della r ete di file-sharing Qtra x. Questo e’ un sistema di file-sharing messo a punto dalla newyorkese LTDnetwork, che permette agli utenti di scambiarsi materiale digitale con due diversi sistemi: uno totalmente gratuito, ma con la limitazione di ricevere sul proprio monitor messaggi pubblicitari delle aziende sponsor; l’altro a pagamento, con la sottoscrizione di un abbonamento mensile. I termini finanziari della partnership non sono ancora stati svelati, ma e’ certo che questa sarà l’ennesima conferma che le opportunità di business del peer-to-peer sono state finalmente scoperte dalle major dell’industria dell’intrattenimento. La versione gratuita di Qtrax permette agli utenti di scaricare le canzoni nel formato .mpq e di suonarle per cinque volte in totale, prima di poterle acquistare. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore