Energia sotto controllo con Ibm

CloudServer

Con i nuovi System X e il nuovo sistema BladeCenter, Ibm assicura un notevole
risparmio energetico e ridotti costi di raffreddamento.

Saranno disponibili a partire dal prossimo settembre i nuovi server e workstation System X di Ibm e i nuovi BladeCenter, progettati in modo da assicurare prestazioni energetiche di altissimo livello, con un consistente risparmio di energia e bassi costi di raffreddamento. I nuovi sistemi, sostengono in Ibm, consentono un miglioramento delle prestazioni delle applicazioni fino al 90% e una migliore prestazione globale per watt fino al 163%. Inoltre, sono ottimizzati per supportare i dispositivi più avanzati, dotati di Cpu quad core di prossima generazione. Il BladeCenter HS21 è un sistema modulare ad alta densità, in grado di supportare un’intera famiglia di chassis BladeCenter. La nuova famiglia System X utilizza la nuova architettura Xtended Design Architecture di Ibm, che assicura prestazioni elevate, flessibilità e facilità di gestione. Ibm ha inoltre annunciato che nei prossimi mesi verranno lanciati nuovi sistemi X86 che entreranno a far parte del portafoglio System X e Express.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore