Enti locali: un’indagine sulla diffusione delle ICT nelle PAL

Aziende

Parte la rilevazione ISTAT sulle dotazioni informatiche delle PAL, in collaborazione con il progetto CRC: coinvolgerà Regioni, Province e un campione rappresentativo di Comuni e Comunità montane

ROMA. La rilevazione è stata progettata in collaborazione con il Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie, il CNIPA, il CISIS, i Centri Regionali di competenza per l’e-government e la società dell’informazione (CRC), UPI, ANCI, ANCITEL e UNCEM, e consentirà lo sviluppo di un sistema informativo statistico in armonia con quanto definito dal Programma E-europe in merito alle statistiche sulla società dell’informazione. Come si legge da una nota di CRC Italia si tratta della prima indagine ufficiale e ad ampio raggio che si propone di indagare l’approccio alle ICT delle PAL, analizzandone ogni possibile sbocco e implicazione. L’Istat parte in questi giorni con un invio mirato di questionari a Regioni, Province e un campione rappresentativo di Comuni e Comunità montane, ponendo domande su: le dotazioni infrastrutturali e software dell’ente; percorsi di formazione sulle tematiche ICT eventualmente somministrati agli addetti; l’utilizzo di servizi erogati da altre amministrazioni; l’impiego di un sistema di protocollo informatico; l’utilizzo di sistemi di e-procurement; una stima della spesa per dotazioni e servizi ICT; l’erogazione di servizi on line. L’indagine risponde all’esigenza di ricostruire un quadro aggiornato del livello di diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione a livello locale, evidenziando anche possibili future implementazioni per ridurre il digital divide. Le amministrazioni che riceveranno il questionario dovranno restituirlo entro 30 giorni dalla ricezione. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore