Entra nel vivo il progetto ParnASUS, dalla classe al lavoro digitale

AziendeMarketing
il progetto ParnASUS, elaborato da Asus, entra nel vivo: dalla teoria in classe allo sviluppo di un'app
3 0 Non ci sono commenti

L’obiettivo della seconda fase del Progetto ParnAsus, sviluppato da Asus nel Liceo di Riva del Garda, è la creazione di un’app mobile. Gli studenti, suddivisi in gruppi di lavoro, e sostenuti dalla guida di tutor, cioè da professionisti IT, possono collaborare su proprie idee creative, passando dalla teoria studiata sui banchi di scuola al lavoro digitale

Lanciato all’inizio dell’anno scolastico da Asus in collaborazione con il Liceo ‘’A. Maffei” di Riva del Garda, il progetto ParnASUS entra nella fase concreta per preparare i futuri professionisti del digitale. La peculiarità del progetto consiste nella didassi utilizzata, e svela come i ragazzi usano questa didassi applicandola materie come l’italiano e il latino, che potrebbero apparentemente sembrare le più distanti dalla tecnologia.

Sviluppato da ASUS per il settore scolastico, il progetto ParnASUS, che si basa su un utilizzo mirato della tecnologia a scopi didattici, si prepara all’ingresso nella seconda fase, favorendo lo sviluppo di idee e capacità individuali e creando un collegamento diretto con il mondo del lavoro. “Laddove i dispositivi e le tecnologie wireless mobili sono stati inizialmente impiegati per attività didattiche quali consultazione, approfondimento, ripasso, interazione, feedback, verifica, autovalutazione, metacognizione, l’obiettivo attuale è far acquisire agli alunni un metodo per trasformare “un’idea creativa” in un “progetto concreto” e sviluppare le competenze fondamentali per l’ingresso nel mondo del lavoro”, ha illustrato Stefano Lotti, docente di italiano e latino del Liceo Maffei.

Il progetto si avvale di un programma di Education, avviato con la costituzione di un’Agorà virtuale per promuovete una maggiore interattività degli studenti con le attività di formazione tramite l’uso delle tecnologie applicate alla didattica tradizionale. Come nella tradizionale piazza cittadina, l’Agorà greca, vuole essere il luogo delle opportunità da cogliere: il luogo dove l’istituzione-scuola può inviare proposte ed idee.

La fase successiva è declinata in un articolato programma di sessioni didattiche e di workshop, che si prolungano da marzo a maggio. L’obiettivo è la realizzazione di un’app. Gli studenti, suddivisi in gruppi di lavoro, e sostenuti dalla guida di tutor, cioè da professionisti del settore digitale, possono lavorare su proprie idee creative mettendo in pratica quanto appreso.

Per concludere le sessioni didattiche e dei workshop, a partire dalla propria idea, ogni gruppo di lavoro produrrà un documento progettuale. Il documento progettuale include: la definizione di tutte le funzionalità dell’app ideata; le priorità usate per progettare prodotti che funzionino, per validare il modello di business e la ricerca del valore; per definire le macrofunzionalità dell’app; per effettuare una valutazione retrospettiva del lavoro svolto; infine, per delineare requisiti e parametri di accettazione tramite un documento finale di sintesi. Se, nell’ambito di questa fadse operativa, dovesse emergere un progetto concretamente realizzabile, ASUS in collaborazione con la società Graffiti 2000, sosterrà appieno lo sviluppo e la promozione dell’app.

il progetto ParnASUS, elaborato da Asus, entra nel vivo: dalla teoria in classe allo sviluppo di un'app
il progetto ParnASUS, elaborato da Asus, entra nel vivo: dalla teoria in classe allo sviluppo di un’app

Nell’ambito del progetto ParnAsus l’Istituto ha deciso di sfruttare come piattaforma centrale il sistema di content management Joomla, che ha consentito un potenziamento didattico e motivazionale degli studenti mediante l’uso delle risorse tecnologiche e un supporto di quelli all’estero e/o in situazioni di disagio, attività a distanza (compiti, forum, sportelli, feed-back, sondaggi), creazione di spazi di lavoro per docenti e organizzazione di attività integrative. Si è così creato un’Agorà virtuale che ha catalizzato la moltiplicazione delle idee, l’uso di prove diversificate per la valutazione delle competenze e delle abilità acquisite.

Il lavoro si è svolto diversificandosi in due metodi: uno che puntava ad approfondire e fissare i vari concetti attraverso una rielaborazione complessa degli appunti; l’altro alla riscrittura creativa fondata su schemi, mappe e supporti visivi, chiari ed immediati, con lo sviluppo di competenze più articolate e di abilità e capacità quali flessibilità, creatività, disposizione a lavorare in team, disposizione ad approcci critici.

Nella seconda fase del progetto, workshop e seminari hanno acceso i fari sulle professioni digitali, consolidate ed emergenti, e sulle tendenze di mercato più importanti: sviluppo mobile, user experience design, internet delle cose o IoT, social media management. Sono stati anche spiegati i nuovi assetti organizzativi nel mercato digitale: per il professionista, per le aziende (startup, aziende digitali e per il crowdfunding), per i network professionali e lo sviluppo delle relative competenze, a cui si aggiungeranno elementi e materiali per mettere a punto un business plan e per le pratiche di management. La soluzione consisterà nella costruzione di un prototipo cartaceo (wireframe, mockup) o digitale da far testare agli altri gruppi, ricevendo feedback, pareri, indicazioni, critiche e idee per migliorare il prodotto.

L’ultimo incontro è invece destinato a ripercorrere una retrospettiva in ogni gruppo, per acquisire un metodo di miglioramento continuo applicabile nel business, ma anche nella carriera studentesca e professionale. Al termine, le informazioni e il materiale di ogni progetto saranno raccolti per dimensionare e giudicare la sostenibilità dello stesso insieme ai professionisti che potrebbero realizzarlo.

Progetto ParnAsus di Asus, dalla classe digitale allo sviluppo di apps

Image 1 of 3

Progetto ParnAsus di Asus, al Liceo Maffei di Riva del Garda
Dalla classe digitale allo sviluppo di apps

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore