Entro Natale la Corte europea deciderà su Media Player

Aziende

Dopo la rinuncia di due contendenti alla causa legale contro Microsoft, il giudice Ue studia le carte. In attesa di decidere se sospendere le sanzioni della Commissione europea

Prima si è accordata Novell, poi è scesa a patti l’Associazione dell’industria dei computer e delle comunicazioni (Ccia ): hanno quindi fatto un clamoroso dietrofront due oppositori di Microsoft che avevano innescato le vicende antitrust. In realtà la maxi multa comminata dalla Commissione europea verte su Windows Media Player e l’oppositore in questione, RealNetworks, non ha fatto nessuna marcia indietro. Il presidente della Corte Ue di prima istanza, Bo Vesterdorf, ha chiesto comunque tempo per studiare la situazione dopo il ritiro di due oppositori che hanno preferito ingenti somme per chiudere i rispettivi contenziosi. Ma se le sanzioni contro Microsoft verranno sospese o meno, la decisione spetta al giudice della Corte europea. E secondo diverse fonti i tempi dovrebbero essere stretti, entro Natale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore