Epson Stylus Photo R360

Stampanti e perifericheWorkspace

Una nuova stampante dedicata ai fotografi e agli appassionati che stampano le
proprie foto in casa

Con questo nuovo modello della serie Stylus Photo, Epson intende proporre un prodotto a 360°, appetibile agli utenti esperti, ma soprattutto a chi desidera stampare velocemente le proprie foto tra le mura domestiche. R360 è una stampante fotografica capace di riprodurre immagini brillanti e colori realistici, grazie all’utilizzo di sei inchiostri e della tecnologia Epson Claria. Una delle particolarità di questa nuova formulazione a base d’acqua riguarda la durata nel tempo, dichiarata fino a 200 anni, ottenuta consolidando le molecole di ogni singolo colore con un maggior numero di atomi. La risoluzione massima di stampa è di 5.760×1.440 pixel, sfruttando i 90 ugelli per ciascun colore e gocce regolabili fino a un minimo di 1,5 pl. Esteticamente, R360 sembra un multifunzione a causa delle sue dimensioni, sicuramente poco compatte, e del coperchio sul lato superiore. Tuttavia aprendolo ci si rende conto dell’assenza di un’unità scanner incorporata, si accede, invece, al vano cartucce, ampio e spazioso, ideale soprattutto per i meno esperti, che potranno così sostituire le cartucce senza troppa fatica. A esclusione delle sue dimensioni ?importanti? (450x414x210 mm), questa stampante risulta ben assemblata e ogni particolare, dai materiali impiegati alle minime finiture, sono di buona qualità. Particolarmente curato l’aspetto relativo all’ergonomia d’uso e alla composizione del pannello frontale, elemento di dialogo indispensabile per l’utente che non desidera stampare tramite Pc. Quest’ultimo è ordinato e le funzioni dei singoli pulsanti sono immediate, è infatti possibile stampare fin da subito senza leggere il manuale. Sul lato sinistro sono presenti il pulsante di accensione e quello relativo alla scelta del supporto che si desidera stampare, Cd/Dvd oppure una foto proveniente da un modulo di memoria tra quelli supportati. Proprio il lettore multiformato si trova alloggiato dietro una paratia basculante e permette di inserire moduli CompactFlash, Sd, Mmc, xD-Picture Card e Memory Stick. Continuando verso destra è stato integrato un luminoso display da 3,5? (360×240 pixel) indispensabile per accedere ai menu e attorno ad esso sono disposti i pulsanti relativi alle preferenze di stampa e di modifica del menu stesso. I pulsanti rimanenti, inseriti nella parte destra, consentono di avviare/fermare la stampa, selezionare il numero di copie e di spostarsi agilmente tra le diverse voci disponibili. Sicuramente facile da usare e molto versatile, il sistema di gestione integrato sfrutta a pieno le buone qualità del display, con menu colorati e immagini nitide che guidano l’utente nel raggiungimento del proprio obiettivo. È infatti possibile stampare direttamente dal modulo inserito le foto prescelte, nei diversi formati disponibili, oppure stampare tutte quelle presenti, riprodurre solo quelle scattate in una certa data o ancora realizzare una stampa di un foglio con tutte le miniature in elenco. Ancora più interessante la possibilità di avviare una presentazione delle foto in sequenza e l’opportunità di vedere eventuali filmati realizzati per la fotocamera ed estrapolarne un fotogramma a scelta, per poi stamparlo. Le prove effettuate su carta fotografica Epson Ultra Glossy Photo Paper da 300 g/m2 hanno messo in evidenza risultati di alto livello e quasi indistinguibili rispetto alla stampa da laboratorio. I colori e la brillantezza del supporto restituiscono colori vividi e accesi, sfumature continue e zone d’ombra piacevolmente nitide. La velocità di stampa non delude, seppur non si tratti di una inkjet per l’ufficio, con circa 3,3 ppm in B/N e 4 ppm a colori. Per una foto 10×15 cm alla massima qualità serve invece un minuto e 47 secondi. Particolarmente interessante l’integrazione del vassoio per la stampa su Cd, oltre alla possibilità di installare come opzione l’interfaccia Bluetooth. Peccato per la garanzia di un solo anno di tipo on center.

Votazione: 89

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore