Eric Schmidt a D9: Google, Apple, Amazon e Facebook sono la Banda dei quattro hi-tech

AziendeMarketing
Eric Schmidt di Google: I robot spopoleranno ovunque

Il Quartetto tecnologico detta le regole. Eric Schmidt a D9 spiega il successo della “Gang of Four” digitale: Google, Apple, Amazon e Facebook. Un valore combinato che sfiora il mezzo trilione di dollari

A dettare le “regole” nell’hi-tech c’è la Banda dei quattro, come ha soprannominato il Quartetto tecnologico Eric Schmidt di Google a D9 conference, la conferenza organizzata dal blog AllThingsD. “Gang of four rulez” ha detto Schmidt con linguaggio nerd e giovanilistico. E i quattro sono Google, Apple, Facebook e Amazon, i primi tre con sede in Silicon Valley (anche se Facebook proviene da Harvard e si è trasferito in California solo successivamente), mentre Amazon (che sta costruendo un tablet Android Honeycmb) ha sede a Seattle.

I quattro colossi delle nuove tecnologie, i Big IT, stanno sperimentando strategie di piattaforma per creare un valore enorme sia per gli utenti consumer che per gli azionisti: alla conferenza D, Schmidt ha detto di renon crede che ci sarà consolidamento fra questi quattro Big IT né è detto che possano durare per lunghissimi periodi (uno shakeup è probabile),  ma oggi ci sono e il valore combinato della Banda dei Quattro sfiora il mezzo trilione di dollari. Un vaòlore senza precedenti nella storia hi-tech. Come “senza precedenti” è il potere e la posizione di controllo di questi quattro colossi.

Inoltre offrendo servizi che non sono disponibili altrimenti (Amazon permette di comprare tutto ciò che si desidera in un unico posto), ciascuna piattaforma, secondo Schmidt, è tale per cui altre aziende vi stanno costruendo valore addizionale sopra di essa.

Alle spalle della Gang dei Quattro, ci sono PayPal e Twitter. Microsoft è fuori dalla lista di Eric Schmidt perché è un colosso enterprise, non un driver di prodotti consumer (a eccezione di Xbox). La curva delle start-up è la seguente: due ragazzi danno il via a un’azienda, che diventa pubblica, si arricchisce, e poi diventa noiosa e di mezza età senza l’innovazione prodotti.

Google ovviamente esorcizza questa curva discendende, innovando di continuo: prima ha aggiunto il display advertising (banner), ora Google Music, con l’offerta cloud, ma “dobbiamo convincere” le etichette musicale che questa è la strada. Infine Schmidt ha raccontato di aver provato a siglare accordi con Facebook, ma Zuckerberg ha sempre rifiutato (We tried very hard to partner with Facebook” ha detto Schmidt), forse perché partner della prima ora di Facebook è Microsoft. Invece Google è partner di Apple nelle mappe per iPhone.

Alla conferenza D9 si alterneranno gli chief executives di Walt Disney, Hp, Twitter, Zynga, Groupon e Alibaba. In passato hanno parlato anche Bill Gates e Steve Jobs.

Eric Schmidt di Google
Eric Schmidt di Google
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore