Eric Schmidt: Un Gigabit di banda larga e altre quattro idee anti crisi

NetworkReti e infrastrutture
AgCom e l'ultimo miglio

GiGaOm ha fatto i conti in tasca all’esperimento di Google in materia di banda larga e lotta al Digital Divide. Intanto il Ceo Eric Schmidt promuove cinque principi anti-crisi

L’ingrediente, non troppo segreto, della ricetta dell’innovazione di Eric Schmidt, Ceo di Google, si chiama fibra ottica , la stessa fibra indicata nell’esperimento di portare la banda larga agli americani. Ma il numero uno di Google ha svelato altri quattro ingredienti sul Washington Post per far ripartire la lo “locomotiva Usa”: favorire la competizione, assunere stranieri (uno dei leit-motiv anche di Bill Gates da sempre), realizzare una Wikipedia delle idee, tassare meno le aziende.

Intanto GiGaOm ha fatto i conti in tasca all’esperimento di Google in materia di banda larga e lotta al Digital Divide: costerà circa un miliardo di euro.

Ricordiamo che si tratta di un esperimento, ma che Google non è affatto a digiuno di infrastrutture e reti. Anzi. Non va dimenticato ciò che Google ha fatto nel Wi-Fi a San Francisco (anche per “prevenire” i terremoti nella California che aspetta e teme il Big One) oltre ai più recenti impegni nel Wi-Max. Non sottovalutiamo ciò che Google fa nelle sue server farm, gioielli di alta tecnologia. E neanche le lezioni di Net neutrality che Google ha dato agli Isp dopo il “caso” dei filtri a Comcast (Google ha anche realizzato un tool per misurare i filtri anti-P2p nella vostra banda larga).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore