Ericsson misura l’effetto della banda larga sul Pil

MarketingNetworkReti e infrastrutture

Secondo Ceo di Ericsson Hans Vestberg il Pil cresce dell’1% per ogni 10% di penetrazione in più di banda larga

A Mwc 2011 Ericsson ha affermato che mobilità, banda larga e cloud sono le basi per una società connessa. Le previsioni indicano che si raggiungeranno 5 miliardi di sottoscrizioni alla banda larga mobile entro il 2016. “Abbiamo impiegato 100 anni per arrivare a un miliardo di connessioni fisse, ma ce ne sono voluti solo 20 per fare 5 miliardi mobili” ha detto il Ceo di Ericsson Hans Vestberg: ciò genererà sviluppo: il Pil cresce dell’1% per ogni 10% di penetrazione in più di banda larga.
Ericsson insieme ad Akamai garantiscono servizi cloud di qualità per le reti mobili. Ericsson lancia inoltre il servizio basato sulla tecnologia cloud per la comunicazione M2M, (Machine-to-machine) per gli operatori delle telecomunicazioni consentono connessioni tra numerosi dispositivi oltre che tra smartphone e laptop.
Ericsson Device Connection Platform apre la strada al raggiungimento dei 50 miliardi di dispositivi connessi nel 2020 (grazie alla cosidetta Internet delle cose). Il modello di business Software as a Service (Saas) basato sulla tecnologia cloud riduce al minimo le barriere d’ingresso per gli operatori: è dedicato ad aziende che operano nel settore dei trasporti, dell’energia e della videosrveglianza e sicurezza possono trarre grandi benefici da questi servizi.

Infine a Mwc Ericsson in collaborazione con Verizon Wireless e Samsung hanno offerto una delle prime dimostrazioni al mondo di telefonata su Internet sfruttando la rete LTE, con uno smartphone caratterizzato da IMS client e configurato per  il servizio Voice over LTE (VoLTE), secondo le specifiche GSMA. Le aziende sono riuscite a raggiungere questo importante risultato grazie alla rete LTE Ericsson e allo smartphone LTE 4G Samsung che sarà distribuito da Verizon Wireless negli Stati Uniti entro la fine del 2011. A marzo lo standard sarà pronto, mentre a settembre inizieranno i test di interoperabilità nei laboratori Vodafone di Dusseldorf e di China Mobile di Pechino.

Segui Mwc 2011 su Blog Eventi di Net Media Europe

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore